Argentina, mandato d'arresto ​per Justin Bieber

E se l’Interpol accettasse la richiesta del giudice argentino, per il cantante scatterebbe un mandato d’arresto internazionale

Un magistrato argentino ha emesso un mandato di arresto contro Justin Bieber, dopo che il cantante canadese non si è presentato a un’udienza relativa a una denuncia presentata contro due suoi collaboratori. La decisione del giudice Alberto Julio Banos è stata presa dopo che nel novembre scorso un altro tribunale aveva fissato un termine massimo di 60 giorni entro il quale Bieber avrebbe dovuto presentarsi per dare spiegazioni alla giustizia sulla vicenda.

Nel novembre del 2013, quando il cantante andò per l’ultima volta in Argentina, un fotografo accusò una guardia del corpo e un assistente di Bieber di averlo malmenato mentre cercava di scattargli una foto in una discoteca di Buenos Aires. Il giudice istruttore Alberto Banos ha inviato all’Interpol una richiesta di arresto internazionale e ha anche chiesto la detenzione di due collaboratori di Bieber, Hugo Hesny e Terrence Reche Smalls. Attualmente il cantante non può quindi mettere piede in Argentina, ma se l’Interpol accettasse la richiesta di Banos, scatterebbe per lui un mandato d’arresto internazionale.

Commenti

linoalo1

Sab, 11/04/2015 - 16:02

Neanche fosse Berlusconi!!