Ascolti (quasi) biblici ma il vero miracolo è Benigni che parla da Dio

Il monologhista accorato batte nettamente il comico sulfureo. Dopo Dante e la Costituzione, un passo in avanti dell'attore

Continua l'evoluzione di Roberto Benigni. Si precisa e definisce, senza rinnegamenti, sussulti, abiure. Da Mario Cioni di TeleVacca, passando per Berlinguer, ti voglio bene , al Mosè del Sinai di queste due sere su Raiuno, il passo è lungo. Quasi mezzo secolo, dagli esordi a oggi. In mezzo c'è stata La vita è bella e la capacità di trattare la Shoah con la leggerezza della fiaba. E c'è stato l'innamoramento per la Commedia dantesca. Nessun voltagabbanismo improvviso, chiamasi percorso. O metanoia, direbbero quelli che hanno studiato, avendo a che fare con un cambiamento esistenziale.

In queste serate si è visto all'opera l'esegeta, il monologhista colto e accorato (voto: 9) ben più del comico sulfureo di un tempo (voto: 6,5). L'età avanza e si accompagna a una nuova saggezza. È stato un grande spettacolo. Un evento di quelli che la Rai dovrebbe offrirci più spesso al di là delle polemiche sul cachet, peraltro ben ammortizzato dal diluvio di spot che ne ha preceduto la messa in onda. La prima serata de I Dieci Comandamenti è stata seguita da 9,1 milioni di telespettatori, 33,2 per cento di share. Ascolti biblici, vien da dire con una battuta. In realtà, quasi biblici, perché forse ci si attendeva il superamento della soglia psicologica dei 10 milioni. Le altre apparizioni in qualche modo paragonabili alla prima serata sul Decalogo di Mosè, cioè L'ultimo del Paradiso , riferito al canto dantesco (23 dicembre 2002), e La più bella del mondo , ovvero la Costituzione italiana (17 dicembre 2012), avevano ottenuto ascolti più elevati (sempre 12,6 milioni di telespettatori, nel primo caso con il 45,48 per cento di share, nel secondo col 43,94). Ma soprattutto, rispetto alla performance dantesca lo scenario televisivo è completamente cambiato, con l'avvento del digitale terrestre e la frammentazione dei canali. Nei confronti della serata dedicata alla Costituzione, tema laico per eccellenza, bisogna invece notare che a essere cambiato è il clima politico, ben più partecipato quello del 2012 rispetto a quello attuale. Dedicare due serate all'esegesi delle Tavole della Legge rappresentava un rischio. Nell'Italia di oggi, nella quale settanta tra vip, intellettuali e volti noti lanciano un appello pubblico in favore dell'eutanasia, I Dieci Comandamenti sono un argomento «divisivo». Non tutti accettano di trascorrere due ore ascoltandone la narrazione. Non a caso Benigni ha chiesto all'inizio licenza di superlativo. Non si parla tutte le sere di Dio. «Ma non facciamo scherzi: Dio c'è», ha incalzato. «Noi stasera crediamo tutti in Dio. Non mi permetterei mai di parlare per due ore di qualcuno che non c'è».

C'è chi, nostalgico di tempi e cliché superati, vorrebbe inchiodare il comico toscano ai ruoli dell'esordio o a quelli di una militanza politica più esplicita. Per quanto ci riguarda, rispetto all'attore di satira che ironizza su Renzi tifoso del Vaticanum per governare a vita, preferiamo il monologhista che contagia la sua passione per la storia dell'alleanza tra Dio e l'uomo. Il Benigni che si commuove e strappa applausi svelando il Dio geloso, un Dio che vuole l'esclusiva. E a chi, dall'alto della sua cattedra, osserva che le «dieci parole» non avrebbero «bisogno di spiegazioni (se mai di applicazioni)», ribattiamo che no, i Dieci comandamenti non sono una stringata lista di regole di comportamento. Non sono la dettatura secca di un Dio austero e distante, ma un passo decisivo con il quale il Padreterno si compromette con il popolo ebraico. Allo schematismo dell'«applicazione» preferiamo il contagio della fascinazione. La «Chiesa cresce per attrazione più che per proselitismo», ebbe a dire papa Francesco qualche tempo fa. Spiegando il Decalogo del Sinai, Benigni ha scelto questa strada. «E se Dio non c'è, noi lo aspettiamo», ha buttato lì. Come a dire, che qualcosa poteva succedere anche in diretta. Lì e allora.

Commenti

ben39

Mer, 17/12/2014 - 08:56

Benigni è più che altro un discepolo della dottrina mistico filosofica della teosofia che si rifà al neoplatonismo cristiano di Agostino.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 17/12/2014 - 09:00

ROBERTO BENIGNI FOR PRESIDENT. Sono serissimo. Io lo quoto alla grande. Nessuno può minimamente misurarsi con la sua candidatura. Se non lui, chi? Emma Bonino? Rosy Bindi? Mister Mortadella? -ma mi faccia il piacere- Roberto Benigni, per un triplo mandato. Anzi, consegniamogli il Quirinale. Sono molto serio. In tutto il mondo ci guarderanno come IL BEL PAESE. Dove il buon umore trionfa. Roberto BENIGNI sa conciliare tutti. CORAGGIO. -riproduzione riservata- 9,00 - 17.12.2014

giolio

Mer, 17/12/2014 - 09:12

Poverino !!!!!!!!.Avete visto come suda? Certo 4 milioni di lire glie li darei (per comprarsi i fazzoletti) .Di sicuro Euro nòòò.....per offendere gli italiani di essere tutti ladri,

giolio

Mer, 17/12/2014 - 09:17

Signor, Dario Maggiulli. Spero per lei che le tazzine ce li abbia tutti nell‘armadietto della cucina.......

Angel59

Mer, 17/12/2014 - 09:24

Quando qualcuno vuol parlare di Dio perché ne è innamorato lo fa gratuitamente e non dietro importantissimi compensi. Chi fa commercio delle cose di Dio si chiama simoniaco, Benigni più che di Dio è innamorato dei soldi vorrà dire che sarà il più ricco del cimitero al momento opportuno. L'Italia è un paese ridicolo e gli ascolti riservati a costui ne rappresentano l'ennesima prova.

Angel59

Mer, 17/12/2014 - 09:27

Dario Maggiulli ti consiglio di cambiare spacciatore!!

Gianni Cinarelli

Mer, 17/12/2014 - 09:42

In un paese di seri comici è uno dei pochi, e senz'altro il migliore, comico serio. Con i primi al pensiero segue la risata, con lui alla risata segue la riflessione...Anche in Germania (nonostante la vita è bella) è apprezzatissimo. Sono con Maggiulli, fossi in Renzi ci farei un pensierino.

gisto

Mer, 17/12/2014 - 09:48

Se proprio voglio sentire parlare di Dio,vado in chiesa,lì ne parlano gratis,allora mi può venir voglia di lasciare un Euro. Vorrei capire come si sentono gli atei che pagano 8 miliardi(lire)per sentire Benigni. Per 8 miliardi parlerei bene anche di Hitler e negherei la Shoah.

Alessio2012

Mer, 17/12/2014 - 09:56

Ora ho capito perché ci tengono tanto al canone, quelli della RAI...

APG

Mer, 17/12/2014 - 09:56

Questo Buffone si è fatto pure il lifting! E tutti gli imbecilli sinistrorsi ad osannarlo! Ma chi ca.z..z..o è? Ma fa bene a prendere i pirla per i fondelli e farsi qualche milionata di euro per raccontare cag….ate, eccome se fa bene!

marinaio

Mer, 17/12/2014 - 10:09

Per la prima volta in vent'anni non ha fatto una battuta su Berlusconi. Strano!

Angel59

Mer, 17/12/2014 - 10:10

Se ho ben capito Benigni ha percepito 4 milioni di euro per due ore di spettacolo sulle cose di Dio? Ma al Papa quando dovremmo dare che ne parla tutti i momenti per 24 ore al giorno? Ma a Benigni, quando dalla sua bocca escono parole che riguardano il Creatore, non prova un po di imbarazzo e vergogna ben sapendo che quel suo poco dire gli frutterà cifre da capogiro? E qui c'è qualcuno che addirittura lo reclama come presidente della repubblica! Italia sei diventata un paese abitato da incalliti imbecilli!

puponzolo

Mer, 17/12/2014 - 10:10

Benigni sarà tutto quel che volete, ma I Dieci Comandamenti era un capolavoro

Ritratto di Manieri

Manieri

Mer, 17/12/2014 - 10:18

Al mondo esistono pochi esseri che mi facciano più ribrezzo di benigni. E mi fanno ribrezzo coloro che per lui non provano ribrezzo.

Ritratto di sergio laterza

sergio laterza

Mer, 17/12/2014 - 10:19

Nei Commandamenti si legge:non nominare il Nome di Dio invano,ora il tutto passa nella bocca blasfema di Benigni.Cacciatelo e fatevi rimborsare i 4 milioni.-

LAMBRO

Mer, 17/12/2014 - 10:24

COSA NON SI FA PER I SOLDI!! SI RINNEGA UN CREDO ( O NON LO ERA?) SI RICONOSCE UNA ESISTENZA SUPREMA SEMPRE NEGATA E DILEGGIATA.... COSA NON FANNO PER I SOLDI!!!

Ritratto di voglioesserecomunista

voglioesserecom...

Mer, 17/12/2014 - 10:29

Senti senti quanti bravi cristiani "cattolici" esprimono l'idea appunto cristiana della dottrina del preticello. Senti senti quanti vanno addirittura a messa. Povera italia sarai sempre giudicata per questa gente. Io sono ateo, ma rispetto a voi sono un santo!

BlackMen

Mer, 17/12/2014 - 10:42

Per completezza di informazione a beneficio di tutti gli scandalizzati. Il cachet di Benigni, non confermato, pare essere stato di 4 milioni di Euro totali per le due serate della Bibbia + quelle relative alle nuove serate sulla Divina Commedia, in preparazione, ed in programma per il 2015. Questo a fronte di una raccolta pubblicitaria per le sole due serate sulla Bibbia di circa 4,2 milioni di Euro. Ora credo non serva essere un commercialista per capire che, da un punto di vista economico, l'operazione è fruttifera per le casse della RAI. Poi si può parlare ore dello spettacolo che, per inciso, ho trovato noiosissimo!

LucaRA

Mer, 17/12/2014 - 10:48

gisto ...e questo è il motivo per cui di Benigni rimarrà il ricordo in un futuro lontano, di lei no.

GimmeSong

Mer, 17/12/2014 - 10:53

ho ascoltato appena la parte dove sosteneva che la masturbazione giovanile non era considerata peccato ma anzi incoraggiata, ho capito che non proveniamo dallo stesso pianeta e mi sono sorbito un'altra volta il noioso film su Rai2.

Totonno58

Mer, 17/12/2014 - 10:55

INCANTEVOLE, GRANDISSIMO ROBERTO!

UNITALIANOINUSA

Mer, 17/12/2014 - 10:56

O sei proprio un furbacchione e per fare tanti soldi parli come ti hanno detto di parlare,oppure col tempo hai tolto dalla tua mente tutte quelle stronzate comuniste...Ci vuole un po' di tempo prima di capire quale delle due... un italiano in usa

GMfederal

Mer, 17/12/2014 - 11:02

Milioni di euro ad un comunista che fino a ieri bestemmiava per spiegarci quello che numerosissimi volontari spiegano ogni giorno ad adolescenti durante il catechismo.. Per di più è pure ateo!!! Povera Italia e poveri italiani...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 17/12/2014 - 11:02

Anche la scorsa serata ai saltelli e scodinzolamenti (anche mentali) del guitto di regime ho preferito la lettura di un canto dei capolavori omerici. Un tuffo salutare nella sintassi e nella poesia del greco antico quale non rammentavo dall'epoca dei miei anni verdi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 17/12/2014 - 11:07

#Dario Maggiulli Sei l'esempio paradigmatico della impellente necessità di revocare, al più presto, la normativa prevista dalla legge Basaglia in tema di chiusura degli istituti di diagnosi e cura delle malattie psichiatriche.

Roberto Como54

Mer, 17/12/2014 - 11:07

non mi stupiscono, anche se non li giustifico, i commenti a dir poco acidi della maggior parte di Voi. Nascono purtroppo dalla situazione di degrado sia politico ma sopratutto economico degli ultimi anni. Voglio invece esprimere la mia ammirazione per lo spettacolo offerto da Benigni sia per la prestazione artistica (notevolissima!!!!) sia per il contenuto. Tutto questo al di là del compenso, dell'appartenenza politica o di quello che era o diceva anni fa..... BRAVO ROBERTO e GRAZIE

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 17/12/2014 - 11:12

black men io pensavo che nei 4 milioni fossero comprese almeno un paio di serate sul corano.Quelle le vedrei volentieri ma credo che dovrò aspettare le calende greche,non è per dare del fellone ma solo che le altre cose le sapevo già e non mi interessava risentirle.

james baker

Mer, 17/12/2014 - 11:19

Invece, credo che di miracoli ce ne siano stati due : Dio ha fulminato ed illuminato anche il noto giornalista dell'articolo ... ! -james baker-.

BlackMen

Mer, 17/12/2014 - 11:20

GimmeSong: ecco forse avrebbe dovuto farsene un pò di più a 14 anni...sarebbe stato meno represso

vince50

Mer, 17/12/2014 - 11:40

Dio oppure comandamenti a parte,se a fare queste buffonate non fosse un comunista i compagni e affini griderebbero allo scandalo per quanto percepito.Ritengo sia oltre che scandaloso sia un furto a tutti gli effetti,per poi chiedere il pizzo/canone ai pensionati.Tutto questo rappresenta quanto sperato e ottenuto nei decenni,la DEMO-CRAZIA.

Tarantasio.1111

Mer, 17/12/2014 - 11:41

E' sempre stato un bischero furbo capendo che, vendendosi ai comunisti parlandone bene, il bischero si è fatto ricco. Personalmente lo prenderei solo a calci nel cxxo, ora poi che è ricco e si è pure fatto il lifting... coglioni chi lo guardano e lo ascoltano.

nonmi2011

Mer, 17/12/2014 - 11:45

Mi dispiace veder trattare così i poveri bananas. Il bananas medio di suo capisce, facendo sforzi immani ed assistito da logopedista e badante, le battute di Pippo Franco o i monologhi di Gasparri. Ma veramente un non bananas può anche solo lontanamente pensare che un bananas comprenda il genio di Roberto Benigni? Lasciateli sfogare, poveri bananas, hanno anche loro diritto di sopravvivere a loro stessi.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 17/12/2014 - 11:46

D'accordo che la poltrona da PdR è scaduta di parecchio oggi come oggi, ma concederla a individui del genere, mi sembra pretendere troppo. Tra l'altro questo Benigni, che non fa assolutamente ridere, non lo considero nemmeno un comico. Ma un quinta colonna della sinistra chic o radical chic, tipo Santoro e altri, che fa propaganda politica, senza diffondere certo cultura, nascondendosi dietro al paravento dei capolavori della nostra letteratura, ma anche della grande storia ebraica raccontata nella Bibbia. I divulgatori, a mio avviso, sono di ben altra tempra, non certo agiscono come buffoni.

Angel59

Mer, 17/12/2014 - 12:12

Il viagra ai comunisti non funziona perché è stato inventato per il ca... e non per i cog...ni!|

gio 42

Mer, 17/12/2014 - 12:16

Buongiorno certo che certi commentatori hanno una fantasia lessicale molto ma molto evoluta. In un discorso di una ventina di parole, 8/10 sono "bananas". Mettiamoci un po' di fantasia in più, e possibilmente qualche frutto nostrano. Grazie. Saluti

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mer, 17/12/2014 - 12:28

nonmi, hai ragione, il venditore di pentole è un genio, Incassa e i boccaloni abboccano, aha aha...

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 17/12/2014 - 12:48

Vedo con grande piacere che il giornalista Maurizio ha visto la trasmissione prima di scrivere l'articolo e mi fa piacere che si sia accorto della bravura di Beninigni , però non posso fare a meno di chiedere a Maurizio ve ne siete accorti solo ora ? Vorrei immaginare che titoloni aveste usato se fosse dalla vostra parte ,però non importa è già tanto che abbiate capito che Roberto è mitico.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 17/12/2014 - 12:57

nonmi2011 Puntroppo non per noi ma per loro penso che tu abbia proprio ragione , condivido in pieno.

lode40

Mer, 17/12/2014 - 13:01

Molti post dei lettori mi fanno capire che la valutazione politica prevale su quella artistica. Bisogna obiettivamente riconoscere che la performance di Benigni è stata eccezionale, lontana dalle prestazioni umoristiche cui il comico in passato ci aveva abituati.

GMfederal

Mer, 17/12/2014 - 13:21

RIDICOLOOO!!!! Con tutto quel LIFTING sulla faccia sei diventato un canotto giusto per fare la comparsa per La Grande Bellezza!! Per caso te lo ha chiesto Nicoletta di riempierti di BOTOX??? Pensa a seguire le tue ville faraoniche che è meglio... BUFFONE DI PLASTICA DELLA GAUCHE CAVIAR!!!!!

Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 17/12/2014 - 13:47

Purtroppo per un difetto (diranno in tanti) del mio DNA non riesco a separare persona e artista/sportivo/virtuoso e quindi traggo sempre un giudizio ponderato delle persone. Nello specifico il tipo toscano, a livello di persona, mi fa schifo ergo il giudizio globale è compreso tra il -98 e il -99 in una scala a 100. Evito di guardarlo da anni; per me è tutta salute

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 17/12/2014 - 13:55

Il passo in avanti di Benigni si riferisce - in modo prosaico - al suo cachet ... che - diciamo la verità - giusto o sbagliato - fa tanta rabbia a chi fatica ad arrivare alla fine del mese e che sente cifre che non guadagnerà nemmeno lavorando 4 vite con ... inflazione compresa.

Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 17/12/2014 - 14:12

@nonmi2011 anche lei, a mio avviso lavora di notte, e quando scrive (di giorno) non è perfettamente lucido

PRIMAVERA

Mer, 17/12/2014 - 19:51

Sempre la solita solfa...: e ma molti sponsor hanno fatto guadagnare la rai...e allora via ai COMPENSI MILIONARI...ragionamenti del caxxo!!!