Asia Argento, una mina a "X Factor"

Confermata l'attrice in giuria: il talent punta sulla sua imprevedibilità

Un nome per fare chiasso, un volto di richiamo, un'attrice che negli ultimi mesi ha fatto parlare molto di sé. Se a Sky volevano trovare un modo per richiamare l'attenzione su X Factor, ci sono certamente riusciti: Asia Argento, come anticipato dal Giornale, è stata arruolata nella giuria dell'edizione d'autunno 2018. Accanto a lei, i confermati Fedez, Mara Maionchi, Manuel Agnelli. Lodo, degli Stato Sociale, invece non ne farà parte, come altre indiscrezioni facevano intendere.

Insomma la prossima edizione farà fuoco e fiamme. Già Asia Argento è una persona particolare, di umore imprevedibile, abituata a dire quello che pensa senza freni. Al Festival di Cannes, davanti a una platea sbalordita ha ricordato: «Qui, proprio qui sono stata violentata da Weinstein. E tra di voi ci sono persone che non hanno pagato per le molestie fatte sulle donne». Asia è anche una persona controversa. Grande accusatrice del molestatore seriale padrone di Hollywood, in molti l'hanno criticata per non aver chiarito i rapporti avuti con il produttore dopo la violenza. In ogni caso, la sua dura presa di posizione a difesa delle donne forse troverà qualche spazio anche dietro il bancone di X Factor. Del resto anche il suo ex compagno Morgan non ha mancato di suscitare grandi polemiche quando era giurato del talent. Insomma, per Fedez, Maionchi e Agnelli non sarà facile tenere a freno la lingua della Argento e parlare solo di musica. Confermatissimo alla conduzione Alessandro Cattelan. La nuova squadra debutterà alle audizioni di Pesaro i prossimi 9, 10 e 11 giugno.

Così Nils Hartmann, direttore produzioni originali di Sky Italia, ha commentato le scelte: «Siamo molto felici di ritrovare Fedez a Mara, due fuoriclasse il cui ritorno era confermato da qualche tempo, e molto soddisfatti che Manuel si sia convinto a non prendersi una pausa e a rinnovare il suo impegno in questa grande avventura. Una presenza, la sua, della quale X Factor non può fare a meno dopo l'eccellente lavoro fatto in questi due anni. Siamo entusiasti - ha aggiunto - di dare il benvenuto ad Asia nella famiglia di X Factor, dove siamo certi che il contributo della sua cultura musicale e personalità sarà importantissimo».

Certo è che Asia di musica se ne intende: è stata acclamata in Francia e in Belgio e ha vinto, in entrambi i Paesi, un Disco di Platino per Gloria degli Indochine, una delle band più influenti del rock francese. Ha collaborato con grandi artisti come Brian Molko dei Placebo e Tricky, ed è sua una apprezzatissima versione di Le sacre du printemps di Anton Newcombe dei The Brian Jonestown Massacre.

Tra le new entry di questa edizione, anche Simone Ferrari, nuovo direttore creativo di X Factor Italia: 28 anni, è uno dei registi più giovane di sempre a dirigere spettacoli di caratura mondiale.