«Bélen» sfarfalleggia Il miglior giovane è il ripescato Gabbani

Virginia Raffaele imita la showgirl argentina. Trionfa il cantante inizialmente escluso giovedì. Sul palco un pensiero tricolore per i marò

Ieri sera, per la quarta serata del Festival e in vista della finale, sul palco dell'Ariston hanno cantato nuovamente i venti artisti della categoria «Campioni». Tutti i «Big» si sono esibiti per la sfida che precede la finale: a fine serata è stata infatti stilata una classifica totale delle venti canzoni. Le ultime cinque in classifica sono state eliminate, mentre le prime quindici sono quelle che accedono alla finale di stasera. Le canzoni eliminate saranno rivotate dal pubblico e una sarà «ripescata». Ieri sera è stato assegnato dal governatore della Regione Liguria, Giovanni Toti, il premio per la categoria delle Nuove proposte: a sfidarsi sono stati Chiara Dello Iacovo, Ermal Meta, Francesco Gabbani e Mahmood. Ha vinto Amen di Francesco Gabbani, cantante ripescato giovedì sera dopo la ripetizione del voto della sala stampa (Miele, l'artista prima vincitrice e poi esclusa proprio a vantaggio di Gabbani, si è comunque esibita come ospite su invito di Carlo Conti). Toti ha anche consegnato al vincitore «un fiocco tricolore, simbolo dell'Italia e degli italiani, per due ragazzi che non possono essere qui», in segno di solidarietà con i due marò. Molto applaudito il divertente (e toccante nel finale) monologo di Enrico Brignano sulla coppia e sulla paternità. Virginia Raffaele ha imitato Bélen Rodriguez, la showgirl argentina protagonista nel 2012 con il celeberrimo tatuaggio a forma di farfalla.