Baby K è tornata single: "Non è facile stare vicino a una donna indipendente"

La cantante ha chiuso la relazione con il suo storico fidanzato nel mese di dicembre, ma solo ora ha deciso di parlarne. Per il momento si dedica al lavoro e al successo del suo nuovo singolo

Ci sono periodi nella vita in cui bisogna fare delle scelte, perché non è possibile avere tutto: Baby K al momento pensa alla carriera e al suo nuovo singolo "Playa", già diventato disco d’oro. Una vita così intensa dal punto di vista lavorativo non si concilia con una relazione: la cantante è tornata single dopo anni di convivenza.

La rottura con lo storico fidanzato, un ragazzo la cui identità è sempre rimasta nascosta, è avvenuta nel mese di dicembre, ma Baby K ha deciso solo ora di parlarne. “È difficile trovare una persona che sia a suo agio vicino ad una donna indipendente e che, a sua volta, sia un tipo indipendente” ha dichiarato al magazine Tu Style, che le ha dedicato la copertina dell’ultimo numero.

Il motto per la rapper italiana è fondamentalmente “vivi e lascia vivere” e al suo fianco desidera un uomo che la pensi come lei. Solo questo atteggiamento le ha permesso di focalizzare bene gli obiettivi.

Per raggiungere il successo, Claudia Judith Nahum, questo è il vero nome della cantante, ha dovuto lavorare a lungo e lentamente. Ha studiato canto fin da adolescente, ma ha dovuto aspettare il 2006 prima che qualcuno la notasse. Da quell’anno ha iniziato una serie di collaborazioni con rapper e cantanti famosi, fino ad arrivare al 2013, quando la Sony Music ha prodotto il suo primo album, “La seria”. “Siamo nell’era dove tutto è veloce e viene consumato in fretta. Il mio è stato un percorso lungo, non una fiammata. Ho avuto una crescita organica, ho cambiato le regole, ma questo richiede tempo. Diciamo che ho spianato la strada a chi è venuta dopo di me”, ha rivelato Baby K, parlando della sua gavetta.

Al momento ha deciso di riporre l’amore in un cassetto per dedicarsi alla sua passione. Ma la cantante romana non vuole assolutamente rimanere “zitella” e sa bene come deve essere il suo principe azzurro: “Diciamo che l’uomo self made ha il suo fascino”. Ma deve essere anche “dolce, forte, paziente, intelligente”. La ricerca dell’uomo perfetto non sarà semplice, nel frattempo c’è la musica.

Commenti
Ritratto di camerata.ghigno

camerata.ghigno

Gio, 18/07/2019 - 19:16

E chissene?