Beyoncé tradita da Jay Z? Gli indizi nel nuovo album

Esce "Lemonade", ultima fatica di Beyoncé: è solo in streaming sulla piattaforma Tidal, accompagnata da un film lungo un'ora dove la cantante esterna tutta la sua rabbia nel sentirsi ferita e tradita

Reuters

È appena giunta al mondo la nuova fatica di Beyoncé, che nel weekend ha lanciato "Lemonade”, nuovo album e ultima impresa discografica. Ma l’uscita del prodotto, annunciato a sorpresa via Twitter e Instagram dalla stessa diva, non è solo una semplice raccolta di canzoni, bensì il nuovo percorso musicale e di vita della Knowles. Un'inedita era, come in molti hanno voluto identificare le 12 canzoni, è per ora disponibile solo su Tidal, la piattaforma streaming ideata dal marito della cantante Jay-Z di cui Beyoncé è co-proprietaria. Il visual album è stato affiancato da un cortometraggio lungo un’ora e trasmesso dalla HBO. Non un semplice LP, ma un diario attraverso il quale la divina si racconta e si confessa, in particolare tramite le parole della canzone "Sorry". Il testo parla di tradimento e matrimonio, disonestà e segreti, una sorta di conferma delle tante voci di crisi che da tempo circolavano intorno alla coppia.

Ma non sono parole di una moglie che subisce ma di una donna che reagisce, che combatte, che punta il dito contro chi ha ferito le sue certezze. Jay-Z automaticamente viene catapultato al centro della polemica, confermando quasi i pettegolezzi che lo vedrebbero protagonista di diversi presunti tradimenti. Solo voci di corridoio a quanto pare, che lo collocano al fianco di Rihanna, poi Rita Ora e Rachel Roy, stylist molto vicina alla coppia. Nessuna certezza, ma "Lemonade" sembra la confessione di una donna tradita da chi dovrebbe rappresentare il porto sicuro della sua esistenza, una figura femminile che non vuole cedere e ruggisce con forza la sua rabbia.

Sospetti e gossip che da tempo sfiorano i due, e solo ora riescono a dare un senso alla reazione turbolenta della sorella di Beyoncé durante il galà annuale del Met. Immortalata dalla videocamera dell’ascensore mentre schiaffeggia con violenza Jay-Z davanti agli occhi indifferenti della stessa moglie. Forse un atto di difesa e di rabbia per il dolore arrecato a Beyoncé. Ma la cantante non ha voluto rimanere impassibile e ha affidato a "Lemonade" il suo grido e il suo rancore. Nonostante non vi siano conferme certe, tutto sembra comunque condurre alla figura di Jay –Z, presente comunque alla fine del lungometraggio con la figlia della coppia. In questa danza di messaggi non tanto velati, i fan si sono subito schierati al fianco dell’amata, invadendo i profili social delle presunte amanti. In particolare di Rachel Roy che, nonostante non abbia smentito o confermato, ha deciso di renderli privati tacciando la Knowles di un comportamento da bulla. Di sicuro ciò che è certo sono le tante e importanti le collaborazioni per questa nuova creazione musicale, da Jack White a James Blake e Kendrick Lamar, mentre non è ancora sicura la data di uscita dell’album al di fuori della piattaforma Tidal.