Caprarica si licenzia e accusa la Rai: "Mi perseguitano"

Lo storico corrispondente di viale Mazzini sbatte la porta e annuncia una causa legale

Antonio Caprarica, lo storico corrispondente della Rai da Londra, lascia viale Mazzini e sbatte la porta a annunciando azioni giudiziarie nei confronti dell'azienda. Il giornalista parla di "crescenti pressioni esercitate dai vertici aziendali con metodi inammissibili e offensivi". Non solo, secondo Caprarica, sarebbe in atto una vera e prorpia "persecuzione" nei suoi confronti.

"Non avrei mai immaginato - dichiara il giornalista pugliese - di lasciare in questo modo l'azienda della mia vita, dopo oltre un quarto di secolo di servizio onorevole e immacolato in ogni angolo di mondo. Troncare questo rapporto con effetto da oggi, come ho appena comunicato alla direzione del personale, è per me l’unica possibilità di immediata reazione alle crescenti pressioni esercitate dai vertici aziendali con metodi inammissibili e offensivi. Ho respinto finora gli attacchi rivoltimi, dimostrandone l’infondatezza, ma né la mia salute né la mia dignità mi consentono di rimanere ulteriormente in Rai. Purtroppo, la mia vicenda illustra drammaticamente l’assenza di qualsiasi organo aziendale di garanzia per i lavoratori, giacché il consiglio d’amministrazione - da me informato su ogni passaggio della persecuzione - ha preferito voltarsi dall’altra parte piuttosto che chiedere spiegazioni al direttore generale. Con buona pace per il codice etico della Rai. Non mi resta, con profonda amarezza, che sbattere la porta e andare dritto nelle aule dei tribunali, chiedendo ai giudici la tutela dei miei diritti e della mia onorabilità contro il vertice Rai, che dev’essere ricondotto al rispetto delle regole. Bisognerà battersi per assicurare, in questa situazione, un futuro al servizio pubblico, e io continuerò a farlo da cittadino e da giornalista".

Commenti

Non so

Mer, 18/12/2013 - 13:47

Sarebbe interessante sapere quali sono queste pressioni subite dal Dottor Capranica, ma, come spesso accade, notizie senza la notizia!

frabelli1

Mer, 18/12/2013 - 13:51

Cosa succede alla Rai coi personaggi non di sinistra? Prima la Ferrari, conduttrice de La omerica sportiva, ora Capranica inviato speciale a Londra, A Vespa vogliono ridurre la trasmissione...

Massimo Bocci

Mer, 18/12/2013 - 13:54

Che il Caprarica, non sia un VETERO SERVO COMUNISTA!!!! Uno che fa causa invece di rivolgersi al protettorato REGIME COMUNISTA, era logico che subisse lo spoil system COMUNISTA, alla mangiatoia COOP ISTITUZIONALE solo fedeli FAZIOSI!!! COMPROVATI del REGIME DEI LADRI!!! Gli altri paghino il canone!!!!

giottin

Mer, 18/12/2013 - 13:56

Sbattere la porta con profonda amarezza? Dovrebbe sbatterla con immensa gioia, quella schifezza di televisione è fatta solo per floris fazio lizzozzetta ecc. ecc.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 18/12/2013 - 14:03

Mi dispiace dover far notare al bravissimo Caprarica (uno dei migliori corrispondenti che la Rai abbia mai avuto) che la Rai, appunto, non è cambiata ultimamente. Avrà notato, da persona intelligente ed arguta qual'è, lo sconfinamento continuo di personaggi e linee editoriali dalla sinistra più sinistra, che ormai hanno invaso tutte le reti, anche quelle che, come da manuale Cencelli, sarebbero teoricamente "toccate" al centro ed al centrodestra...Ma figuriamoci! Basta dire che l'informazione ce l'ha in mano Berlusconi e quindi (in Rai) si possono fare e dire tutte le porcate del mondo, regalare i soldi dei contribuenti a questo o quel guru (rigorosamente di sinistra) solo per alzare lo "share" dello zerovirgola ed andarne tronfiamente orgogliosi. Servizio pubblico? Ma quando mai! In una logica di libero mercato il canone Rai è illegittimo. Pertanto, se la Rai ritiene di avere le carte a posto, faccia a meno del canone e poi vediamo...quanto ci mette a fallire.

apostata

Mer, 18/12/2013 - 14:19

Gli è andata bene!! Ogni volta che lo vedevo esibirsi da londra con abbigliamenti eccessivi, col tono goliardico di chi esce per qualche attimo da una festa per rientrarvi subito e soprattutto quando lo sentivo parlare delle avventure amorose di reali come se fosse appena uscito dai loro letti e delle pappine dei principini e con quel tono di voce e quelle cadenze artefatte, così immedesimato nel mondo delle favole, così inconsapevole dei nostri problemi e quando lo vedevo apparire come ospite per la promozione di qualche suo libricino sugli scandali dei windsor, gli scagliavo contro benedizioni che se l’avessero colpito non avrebbe fatto a tempo a rientrare da londra per farsi risarcire, come intende fare, dopo aver riposato per una vita, a nostre spese dalla rai. Il guaio è che sarà sostituito da qualche figlio di papà della pletora infinita dei figli di papà della rai ancora più inutile di lui.

viento2

Mer, 18/12/2013 - 14:38

al posto del bravissimo Capranica devono sistemare qualche servo dei rossi vero Gubbitoso dovete pagare le marchette a qualche mezza sega

Luigi Fassone

Mer, 18/12/2013 - 14:41

Pensate un pò quanti EURI si è beccato il mellifluo Fabio Fazio (cosa potrà liberarci una buona volta di costui ? ) durante i 4 minuti 4 di presenza al TG1,oggi,intervistato dal buon Mollica (mai,dico MAI,critico nei confronti di qualcuno...)per la solita tiritera annuale della presentazione dei cantanti di Sanremo (catanti,pewr molti di essi SI FA PER DIRE...)

Gianca59

Mer, 18/12/2013 - 14:54

E con tutti gli anni passati a Londra non si è era ancora trovato un lavoro da quelle parti lasciando perdere RAI e Italia ? Ha fatto bene la RAI !

Ritratto di maurofe

maurofe

Mer, 18/12/2013 - 15:26

È iniziata la "pulizia" degli avversari politici e dei loro simpatizzanti come nei migliori regimi di sinistra......

Ritratto di drazen

drazen

Mer, 18/12/2013 - 15:39

Ci mancheranno i suoi dotti commenti su reali inglesi e nobiltà!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 18/12/2013 - 15:42

la RAI è in mano ai massoni la manager è una ex di Bankitalia accusata per i subprime americani ma al popolo non importa e non gli viene pubblicizzato, agli italiani non frega nulla pagano e sono felici e tranquilli

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 18/12/2013 - 15:43

Per forza, i suoi servizi ironici ed equilibrati non hanno paragone in Rai. Caprarica è bravo, dunque dà fastidio agli asini, che per esempio confondono gli avverbi (sebbene, malgrado o benché) perché sono corti di cervello. Come Di Pietro.

cicero08

Mer, 18/12/2013 - 16:03

La Tarantola in Bankitalia qualche volta si è comportata in modo analogo...

yulbrynner

Mer, 18/12/2013 - 16:11

capranica e' un bravo professionista anche se lo hanno relegato a notizie di gossip sui reali britannici , quanto a voi sputasentenze siete solo persone sfigate e frustrate e gudicate le persone solo x appartenenza politica MI FATE SCHIFO!

igiulp

Mer, 18/12/2013 - 16:17

E' necessario conoscere più a fondo la questione ma una cosa è sicura: un serio e attento professionista come Caprarica, che aveva la capacità di illustrare "da gentleman" le vicende inglesi, finirà per dare posto a qualche leccapiedi raccomandato.

yulbrynner

Mer, 18/12/2013 - 16:28

caprarica e' uan persona corretta e seria un valido professionista, voi invece asini sfigati e frustrati che scaricate le vostre frustrazuioni su altrui persone giudicandole dall'ideologia politica.. poveri somari giornale pubblica grazie.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 18/12/2013 - 16:33

La casta degli intoccabili! Già la giornalista "punita" da Minzolini perché secondo lei la conduzione del TG1 le era dovuta a vita e rifiutava qualsiasi altra soluzione ha trovato il magistrato benevolo aprendo la strada e ora Caprarica farà il bis! Chissà quanti lavoratori "normali" ci metterebbero la firma a essere "maltrattati" come madame D'Eusanio ieri e sior Caprarica oggi!

yulbrynner

Mer, 18/12/2013 - 16:56

x voi che cavalcate ogni protesta senza sapere una beata fava ..sappaite che capranica e' semrpe stato di sinistra se poi i suoi compagni lo hanno messo da parte come stalin fece con trosky, noi il perche non lo sappiamo, giusto o sbagliato che sia... ma l'importante e' cavalcare qualsiasi cosa che sia ostile a chi lo e a voi politicamente eh? senza saperen il perche ..come cani che si sbranano fra loro perche incitati a farlo senza uan ragione.. bravi.

Ritratto di emarco54

emarco54

Mer, 18/12/2013 - 17:01

Siccome sei un bravo giornalista, non ti mancheranno opportunità di lavoro alternative a quel baraccone della RAI. Auguri .

marco m

Mer, 18/12/2013 - 17:02

Caprarica non di sinistra? Ex giornalista dell'unita', di paese sera (organo vicino al PCI), inviato a Mosca, etc? Ma avete idea di quello che dite?

spirito con la scure

Mer, 18/12/2013 - 17:08

si licenzia ??????? ma che servizi mandava da londra questo parassita : che il principe carlo aveva la scarlattina che la regina era raffreddata ............ ma vai a lavoarare ... chiudete tutte queste sedi rai inutili e costose se c'e da fare qualche servizio serio prendete l'aereo e andate il prossimo e' quell'altro parassita da mosca

Silvio B Parodi

Mer, 18/12/2013 - 17:25

Ecco la Rai , abbiamo perso un Bravissimo giornalista, in cambio di qualche scemetto di sinistra, e noi paghiamo il canonme???

yulbrynner

Mer, 18/12/2013 - 18:20

parodi caprarica e di sinistra... adesso allora cambi opinione? gli scemetti ci sono ovunque certo a sinistra ma anceh al centro e a destra cerchiam odi essere obiettivvi.

yulbrynner

Mer, 18/12/2013 - 18:20

parodi caprarica e di sinistra... adesso allora cambi opinione? gli scemetti ci sono ovunque certo a sinistra ma anceh al centro e a destra cerchiam odi essere obiettivvi.

maqua

Mer, 18/12/2013 - 18:21

Per Yulbrynner:" non discutere mai con un idiota:la gente potrebbe non notare la differenza" Arthur Block

Ritratto di wilegio

Anonimo (non verificato)

eras

Mer, 18/12/2013 - 19:32

“Prima la Rai mi ha mandato un auditing, che non ha trovato e non poteva trovare niente. Poi mi ha inviato in data 7 ottobre una lettera di contestazioni di violazioni di regole burocratiche interne, come ad esempio la mancanza di una procura negoziale per potere assumere collaboratori”. “Senza nemmeno aspettare una mia risposta – dice ancora il giornalista all’Ansa -, mi ha convocato il dg, dicendomi che se fossi andato via il procedimento disciplinare sarebbe decaduto”. Ma la goccia che ha portato alla rottura è arrivata quando il giornalista ha scoperto che l’azienda aveva già contattato un collega a cui aveva offerto la sede di Londra, “cosa che il dg non ha potuto negare”. La Rai lo ha poi esautorato dalla gestione della sede di Londra...

Ritratto di mark 61

mark 61

Mer, 18/12/2013 - 20:22

Cosi tanto x ricordare OGGI Sisinnio Piras è il terzo esponente del centrodestra a finire in carcere: per la Procura organizzava convegni sull'obesità e offriva maialetti allo spiedo (comprati e rimborsati dalla sua azienda). NULLA DA DIRE??

spirito con la scure

Mer, 18/12/2013 - 20:39

mi dite un servizio serio dico serio un reportage serio dico serio che questo parassita ha mai mandato da LONDRA DAI SFORZATEVI

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 18/12/2013 - 20:51

Caprarica è un ex redattore dell'Unità ed ex condirettore di Paese Sera, un comunista di meno in Rai è un bel regalo di Natale!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 18/12/2013 - 22:46

---Purtroppo, la mia vicenda illustra drammaticamente l’assenza di qualsiasi organo aziendale di garanzia per i lavoratori, giacché il consiglio d’amministrazione - da me informato su ogni passaggio della persecuzione - ha preferito voltarsi dall’altra parte piuttosto che chiedere spiegazioni al direttore generale. Con buona pace per il codice etico della Rai. --- Questo brano è illuminante della condizione dell'essere subalterno, senza essere provvisto di una tempestiva protezione che 'ci' difenda da vandaliche azioni 'omicide'. E' decisamente una crudelissima 'tarantolata'. --- immediata reazione alle crescenti pressioni esercitate dai vertici aziendali con metodi inammissibili e offensivi --- Copio i passaggi sensibili del narrato, perché posso ben comprendere quanto possano essere intollerabili certe vessazioni dei 'dottor' in poltrona, affamati di senso del potere. Rammento quanto Pupi Avati riferì di uno sfogo che gli fece Fellini, poco prima che morisse. Gli raccontò che un giorno telefonò in Rai chiedendo alla segretaria di un tal Dottor. Questa dopo il classico 'attenda prego' se ne ritornò comodamente dicendogli ' Il Dottore è in riunione'. Fellini ne rimase traumatizzato, per essere stato trattato con tanta indifferenza. - Questa è la RAI, ma non solo la RAI. -riproduzione riservata- 22,45 - 18.12.2013

scipione

Mer, 18/12/2013 - 23:24

Un'aquila non puo' stare in una fogna.

robertav

Gio, 19/12/2013 - 08:56

mi dispiace perchè era uno dei pochi inviati, che ascoltavo sempre volentieri, interrompendo quello che stavo facendo per non perdermi neanche una parola di quello che diceva, a mio parere una voce e un carisma unici e inconfondibili. Classe e genialità ed eleganza insieme. I suoi commenti sono sempre stati esileranti e straordinari. Mi disciace veramente!!!!!!!!!!!!!!!!!