Ecco la nuova Rai di Freccero: cancellati Detto Fatto e I Fatti Vostri

In conferenza stampa Carlo Freccero delinea i cambiamenti al palinsesto di Rai 2

Ci sono tante novità per il palinsesto di Rai 2 ed è lo stesso Carlo Freccero che, in conferenza stampa, senza freni inibitori, racconta cosa resta, cosa va via e quali saranno i cambiamenti sostanziali ai programmi di Rai Due (cambiamenti che avevamo già almeno in parte anticipato). Si profila all’orizzonte un ritorno di Luttazzi, della satira politica e la probabile cancellazione di Fatti vostri e Detto Fatto. Trapelano anche difficoltà per la nuova edizione di The Voice.

“Rai Due deve essere complementare a Rai Uno” esordisce Carlo Freccero. “I programmi daytime dovrebbero andare su Rai Uno. Soprattutto per i Fatti Vostri sarebbe una svolta epocale.” In conferenza stampa conferma poi la cancellazione di B Come sabato. Ma c’è altro. “A Febbraio ci sarà un omaggio a Bertolucci, è un obbligo morale,” e aggiunge :” in Rai c’è bisogno di un programma di approfondimento” illustrando così l’idea di un programma di informazione che si accorpi al TG2. “Voglio riportare Luttazzi in tv. In questa epoca c’è bisogno della satira. È finita l’era di Berlusconi e Renzi, ci mancherebbe che oggi venga penalizzata anche la satira. È chiaro che sul progetto dovrà comunque decidere il CDA.” Sui progetti in cantiere afferma:” Stimo molto la Ventura. Lei porta audience, ma il problema è semplice. Per The Voice non c’è uno studio a disposizione.”

“È in fase di sviluppo L’ottavo Blog, ma il titolo è ancora da definire. E poi è confermato anche Sulla via di Damasco.” Tra i grandi ritorni anche il progetto di Made in Sud. Poi apre l’argomento fiction.” Rai Due ha un difetto. C’è troppo NCIS. Non capisco perché non ha acquisto la Casa di Carta. C’è un contratto ma bisogna ammorbidirlo. E poi sto pensando anche un programma comico per il preserale.” Sulla faccenda di Good Doctor afferma:”Non entro in polemica, ma è stata una scelta infelice quella di mandarlo su Rai Uno. Tornerà sul secondo canale da Marzo” conclude.

Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Gio, 03/01/2019 - 21:13

Si sperava in un cambiamento, con l'arrivo di Marcello Foa. Ma qui si torna agli anni più bui. Sono già tornati in RAI personaggi che pensavamo superati: E' tornato Michele Santoro e le sue docufiction, Gad Lerner ed i suoi programmi-propaganda tipo “Ricchi e poveri”, La difesa della razza, etc (la sua faziosità è spudorata e senza limiti). Hanno scongelato perfino un conduttore gay come Pino Strabioli (come se già la TV non sia invasa da gay, lesbo, trans e simili) accompagnato dalla sua fedele spalla, il pianista anche lui gay, ovvio. E’ tornata Serena Dandini (pensavamo di esserci liberati di “Parla con me”, del suo divano rosso, e della sua satira a senso unico) insieme alla compagnia di gallinacei starnazzanti della TV delle ragazze. Ora torna anche Luttazzi; chi sarà il prossimo acquisto? Questo è il cambiamento? Vergognatevi.

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 03/01/2019 - 21:17

Ma perché sono tutti di sinistra? Non ne trovi uno di diversa parrocchia nemmeno se lo pagate a peso d'oro. Lo disse chiaro Virna Lisi (cosa che sapevamo già); "Se non sei di sinistra non lavori". Appunto.

stefi84

Gio, 03/01/2019 - 22:49

Ci aspettiamo da Foa il cambiamento, ma per ora nulla i soliti programmi di sinistra che ormai non seguiamo più da tempo, quando li vedo cambio canale.

Ritratto di LongJohn

LongJohn

Gio, 03/01/2019 - 23:07

Che cambiamento.

Bocca della Verità

Ven, 04/01/2019 - 09:04

Anche Raitalia (ex Rai International) NON É CAMBIATA PER NIENTE! Stesso viraggio a sinistra, solita "puzza rossa" di sempre...

antonmessina

Ven, 04/01/2019 - 10:48

disgustoso ! e io sono obligata a pagare un canone senza poter vedere un programma NON sinistro ! fate schifo!