Carmen Di Pietro insulta una donna affetta da endometriosi: è polemica

Carmen Di Pietro offende in radio una donna malata di endometriosi e si scatena la polemica: interviene anche la onlus Fondazione Italiana Endometriosi

È polemica per alcune dichiarazioni di Carmen Di Pietro nei confronti di una donna affetta da endometriosi, che ha raccontato di essere costretta a non andare a lavorare a causa dei dolori da ciclo.

Il tutto è accaduto durante la partecipazione della Di Pietro a Radio Globo nella giornata del 28 novembre scorso. L’argomento riguardante il ciclo mestruale ha infiammato gli animi e l’intervento di una radioascoltatrice affetta da endometriosi ha dato vita ad una vero e proprio scontro con Carmen. “Se io un giorno sto a casa, male perché ho il ciclo...delle volte sono costretta a stare a casa per il ciclo”, ha iniziato a spiegare la donna al telefono, immediatamente interrotta dalla Di Pietro che l’ha pesantemente offesa.

Ma stai zitta! Non sei degna di essere donna se dici una cosa del genere!”, ha inveito la showgirl, dando vita ad un litigio molto acceso con la donna al telefono che, tra le urla, le spiegava di essere stata operata di endometriosi e di avere, dunque, dei problemi molto più gravi dei “semplici” dolori da ciclo. La Di Pietro, però, non ha sentito ragioni e ha proseguito: “Esistono delle pillole per i dolori! Prendile!”. “Poverina! Poverina! Ragazzi, facciamo una colletta e paghiamo a questa”, ha aggiunto ancora con fare ironico Carmen, che si è presa un sonoro “vaff.....o” dalla radioascoltatrice.

La lite, postata sul profilo social della radio, ha dato vita ad una serie di polemiche e molti utenti della rete si sono schierati dalla parte della donna offesa dalla Di Pietro. “Carmen io ti querelavo! Ma come ti permetti, la coatta dietro ad un microfono. Ognuno è libero di dire ciò che vuole ma nel rispetto altrui”, “Vattene da Radio Globo che da quando ci sei tui ho dovuto cambiare radio... Sei insopportabile, la stupidità in persona”, “Io non ho parole...Carmen deve stare solo che zitta...documentati sui fatti prima di aggredire...non tutte le donne reagiscono allo stesso modo al ciclo...si vede che tu hai dei superpoteri, ignorante che non sei altro!”, si legge tra i commenti al post social.

A riguardo, inoltre, è intervenuta proprio la Fondazione Italiana Endometriosi, onlus che da anni cerca di concentrare l’attenzione dell’opinione pubblica sui problemi quotidiani delle donne che soffrono di questa sindrome. “Solo in Italia ci sono 3 milioni di donne che soffrono di endometriosi – ha commentato la onlus - . Da più di dieci anni siamo impegnati nella ricerca per trovare una cura a questa patologia. Non parliamo di comuni ‘dolori da ciclo’, come può sembrare ad un occhio esterno ed inesperto, ma di una malattia grave, per la quale non basta ‘prendere un antidolorifico e andare a lavoro’”. “C’è ancora tanta ignoranza sull’argomento – si legge ancora - . Condividere post come questo non solo è poco gratificante per il lavoro che svolgiamo, ma è un insulto per 3 milioni di donne italiane che combattono di giorno in giorno. Per essere consapevoli, per poter esprimere un giudizio, bisogna prima di tutto informarsi”.