Checco Zalone accusato del plagio di "Sole a catinelle"

Secondo l'esposto presentato alla procura di Taranto, la trama del film sembrerebbe essere copiata da uno scritto del 22enne tarantino Alex De Vietro

"La trama del film di Checco Zalone Sole a catinelle sembrerebbe appartenere al 22enne tarantino Alex De Vietro". Lo denuncia l'avv. Fabrizio Lamanna, che ha presentato un esposto alla procura di Taranto per conto dello scrittore con l'accusa di plagio. Secondo il denunciante, il film prodotto dalla Taodue film, uscito nelle sale italiane il 31 ottobre 2013 "riprenderebbe pedissequamente il nucleo individualizzante di un manoscritto di creazione del De Vietro depositato in data 13 giugno 2012 presso l'ufficio Siae".

Dalla comparazione dei due lavori, spiega l'avvocato, "emergerebbero almeno tre atti che possono definirsi individualizzanti dell'opera stessa: la scena del protagonista che ricerca le offerte di lavoro su un giornale; la professione di venditore porta a porta; il divieto di accesso dei consulenti porta a porta".

Il comico e attore Checco Zalone non ha voluto commentare la vicenda ma ha scritto ironicamente sul suo profilo Facebook: "Quindi cari sceneggiatori, se scrivete una storia in cui il protagonista alla fine muore, sappiate che i diritti sono dei sig. Marco, Matteo, Luca e Giovanni".