Chris Brown ironizza sul tentato suicidio di Kehlani

Chris Brown ha attaccato la collega Kehlani che aveva pubblicato su Twitter un'immagine di sé in ospedale dopo un tentativo di suicidio

Chris Brown è sotto il tiro incrociato dei media e dei social network per aver commentato ironicamente la notizia del tentato suicidio della cantautrice R&B, ventunenne californiana, Kehlani.

In una serie di messaggi su Twitter, il ballerino, attore e rapper americano ex compagno della cantante Rihanna che nel 2009 lo denunciò per maltrattamenti e violenza, ha schernito la collega dubitando della veridicità della notizia che secondo lui altro non sarebbe che una meschina manovra pubblicitaria. Sul suo profilo, Kehlani aveva pubblicato una foto che la riprendeva in un letto di ospedale commentando che voleva farla finita, ma poi l’immagine è stata cancellata e dopo qualche ora di ricovero l’artista è stata rimandata a casa a proseguire la sua terapia.

Da qui sarebbe nato lo scetticismo di Chris Brown che è arrivato addirittura a pubblicare un pettegolezzo in cui si afferma che la cantante avrebbe tradito il suo fidanzato Kyrie Irving, giocatore australiano ventiquattrenne di basket dei Cleveland Cavaliers. La giovane donna è stata presa di mira duramente sui social network per il rumor e il cantante non ha fatto che riscaldare il coro dei suoi detrattori.

C’è di buono che Kehlani sembra stia migliorando in fretta, circondata dall’affetto di amici e parenti e supportata dai fan sul web che provano compassione per lei difendendola dagli attacchi del collega e dei suoi ammiratori. Anche i media si sono schierati contro il rapper dal passato turbolento che ha poi aggiunto sul suo profilo:

"Non c’è nessun tentativo di suicidio. Basta imbrogliare. Kyrie - ha poi aggiunto Brown - è uno dei pochi bravi ragazzi che ci sono".