Chris Cornell si è suicidato: il messaggio durante l'ultimo concerto

Davanti alla folla accorsa per ascoltarlo il cantante ha detto: "Mi dispiace per la prossima città". Ma nessuno ha colto il segnale

Non ci sono più dubbi sulla morte di Chris Cornell. Il medico legale ha confermato il suicidio del cantante. Il leader di Soundgarden e Audioslave si è impiccato nel bagno della stanza d'albergo dove è stato trovato da un amico di famiglia dopo che sua moglie, Vicky Karayiannis, gli ha chiesto di controllare dove fosse suo marito.

La notizia del suicidio del 52enne ha spiazzato i familiari e le persone più vicine a Cornell. Ma forse un segnale di quanto stava per accadere poteva essere colto. Ken Settle, il fotografo ufficiale dell'ultimo concerto tenutosi a Detroit, ha raccontato che c'era "qualcosa di strano e minaccioso" nel comportamento del cantante. Durante l'ultimo show, rivela Settle, Cornell era particolarmente euforico rispetto agli spettacoli precedenti in cui sembrava sempre più "concentrato, introspettivo, assorto e perso in se stesso".

E poi c'è quella frase detta alla fine del concerto: "Sono davvero dispiaciuto per la prossima città". Il fotografo spiega che non ha mai pensato a quello che stava per accadere: "Io pensavo volesse dire che lo show della prossima città non poteva essere paragonabile allo show visto a Detroit. Adesso, suona davvero in maniera diversa". Un messaggio che nessuno è stato in grado di cogliere.

Commenti

cir

Ven, 19/05/2017 - 15:08

ha fatto la cosa piu' bella della sua vita. spero che molti lo imitino !!

ruggerobarretti

Ven, 19/05/2017 - 16:58

Di cose belle nella sua vita artistica ne ha fatte in quantità. Il fatto che tu non lo sappia non depone a tuo favore; comunque puoi iniziare tu a seguire il tuo consiglio.