Courtney Love rivela: "Il principe Andrea venne da me una notte per fare sesso"

Non si fermano i pettegolezzi riguardanti il terzogenito di Elisabetta. Dopo le accuse di abusi sessuali su minore fatte da Virginia Giuffre, Courtney Love ha rivelato che il principe si sarebbe presentato a casa sua all'una di notte con l'intenzione di fare sesso

Emergono nuove indiscrezioni legate al principe Andrea, recentemente accusato di abusi sessuali connessi alla sua amicizia con il milionario pedofilo, Jeffrey Epstein. Questa volta a tirare fuori dal cilindro un episodio alquanto piccante riguardante il duca di York è stata la moglie del defunto leader dei Nirvana Kurt Cobain, Courtney Love. La rocker ha rivelato al The Sun di aver conosciuto Andrea nel 2000 alla premiere de “Come il Grinch rubó il Natale”, presentati proprio da Epstein.

Una notte, stando al racconto della Love, il principe suonò alla sua porta alla ricerca di sesso. La leader delle Hole ha rivelato: “Ero a letto quando all’una di notte suonò il campanello. Mi iniflai le pantofole e una vestaglia e mi trovai davanti il secondogenito della regina d’Inghilterra con una guardia del corpo, assolutamente non annunciato. Disse di aver avuto il mio numero da un amico comune e di essere in cerca di svago ad Hollywood. Così pensò che io potessi farlo divertire".

La Love ha aggiunto anche che Andrea “era in cerca di una notte di sesso e flirtava molto”. L’ex moglie di Cobain ha poi affermato di avergli preparato una tazza di tè e di avergliela messa, scherzosamente, in una tazza raffigurante la regina. "Ci sedemmo sul divano, vicino al camino e fu allora che iniziò a flirtare. Alla fine non restò più di 45 minuti”, rivela ancora la 55enne.

Il nome del duca è venuto fuori nei mesi scorsi dopo che una delle vittime di Jeffrey Epstein aveva rivelato di essere stata costretta ad avere rapporti sessuali con il principe quando aveva solo 17 anni. Una foto rubata mentre si apprestava ad uscire dalla dimora newyorchese del finanziere, aveva suggellato il legame di amicizia tra i due, sebbene Andrea ha sempre negato di essere a conoscenza del traffico di minorenni in cui era implicato l’amico, morto suicida in carcere il 10 agosto scorso.