Crisi cinema? Il biglietto costa troppo

Da molto tempo sento parlare della polemica inerente il costo troppo elevato del biglietto del cinema. Il costo elevato e la crisi economica sono certamente due dei motivi del momento di criticità che le sale cinematografiche stanno vivendo. Innanzitutto dobbiamo ricordare che il cinema nasce come strumento di divulgazione popolare; tutto il cinema neorealista nasce addirittura con il pubblico che si porta le sedie da casa. Oggi andare al cinema è diventato troppo costoso. Nove euro se pensiamo ad una famiglia media italiana significa, comprendendo qualche bibita, quasi cinquanta euro ad uscita. Una cifra francamente troppo alta. Dall'altra parte portare a due euro il biglietto, come proposto dal Governo, significherebbe svilire il progetto culturale che sta alla base del prodotto cinematografico. Così come differenziare a seconda delle serate la trovo una idea bizzarra anche se ne capisco il senso e la buona volontà. Una volta inoltre le copie di un film costavano molto di più, mentre adesso tutto è digitale e si affrontano costi più contenuti. Credo quindi utile in un prezzo equo, attorno ai quattro-cinque euro, ed uguale per ogni sera. In questo modo le sale cinematografiche si riempiranno nuovamente.

Commenti

manfredog

Dom, 19/03/2017 - 15:21

..ma no..!? E' vero, anzi verissimo (mi sa che lo..sapevo..), però il film 'a due euro' è una strada completamente sbagliata per rimediare anche se, in ogni caso, con l'uso dell'euro il cinema è una delle pochissime cose che sono aumentate di meno; controllate. Fare una campagna per ridurre il costo del biglietto può portare a qualcosa, ma prima bisogna fare altro o farlo insieme a questo, magari, l'avevo già accennato. mg.