Cristiano Malgioglio: "Ecco a chi ho dedicato 'E mi sono innamorato ma di tuo marito'"

Cristiano Malgioglio ha confessato a La vita in diretta che il suo tormentone, in realtà, non è stato scritto per Mauro Icardi, ma per Channing Tatum

Il Gf Vip ha sicuramente aiutato Cristiano Malgioglio a "recuperare" una parte di quella visibilità che il cantante aveva perso.

Tanto è che il suo ultimo brano "E mi sono innamorato ma di tuo marito" è diventato un autentico tormentone e il video su YouTube ha già superato i 12 milioni di visualizzazioni. Ma chi è l'uomo a cui Cristiano Malgioglio ha dedicato la canzone? A questa domanda il concorrente del Gf Vip ha risposto durante la puntata de La vita in diretta andata in onda il 2 gennaio scorso.

Si tratta dell'attore americano Channing Tatum. Inizialmente, però, Malgioglio aveva fatto intendere che il brano fosse ispirato a Mauro Icardi, ma la realtà è tutt'altra. "Questo è un brano brasiliano - ha raccontato a La vita in diretta - avrei voluto cantarlo in arabo ma dovrei migliorare l'accento. Amo i ritmi gioiosi, non quelle canzoni lagnose che sono in circolazione adesso e ti fanno venire la depressione. C’è un attore americano bellissimo, poco popolare da noi, e io gli ho dedicato la mia canzone: prima si pensava ad Icardi, ma visto sua moglie è gelosa e pensavo venisse sotto casa mia, poi ho pensato a questo attore, Channing Tatum. Penso sia l'attore più bello del mondo, Pitt e Clooney scompaiono. Lui potrei rubarlo a sua moglie, ma non so se lui è d’accordo. Gli ho chiesto anche l'autografo, a Madrid. Appena l'ho visto stavo svenendo".

Insomma, Cristiano Malgioglio ha svelato una volta per tutte il mistero e questo "marito" che gli ha fatto perdere la testa ora ha un nome e cognome. Ma chi è Channing Tatum? Attore, ballerino e produttore, con un passato da spogliarellista che ha raccontato nel film "Magic Mike", Tatum è uno dei più richiesti divi di Hollywood. Lanciato al cinema da "Step Up", è apparso in film action ("G.I. Joe", "Sotto assedio – White House Down"), in commedie ("Ave, Cesare!", "Facciamola finita") e in pellicole romantiche ("Dear John"), lavorando con molti grandi registi, da Steven Soderbergh a Michael Mann e Quentin Tarantino.