La Dodge Monaco 1974, la Bluesmobile regina di fughe e sfasciacarrozze

Faceva parte di uno stock di auto della polizia da rottamare divenne la macchina più musicale del cinema. Per realizzare "The Blues Brothers" ne distrussero 13: la scena di Aykoyd che sbatte la portiera mandandola in pezzi è un cult

Più che un'auto usata la Bluesmobile dei fratelli Blues era l'aereo più pazzo del mondo, capace di acrobazie impossibili come superare con un balzo un ponte mobile alzato se non addirittura volare per qualche tratto ed esibirsi in salti mortali all'indietro come un campione di ginnastica. In sintonia perfetta con l'helzapoppin della trama.

La Bluesmobile di John Belushi e Dan Aykroyd faceva parte di una partita di macchine della polizia usate, acquistate dalla produzione per sostituire in realtà delle Cadillac: aveva «motore truccato, sospensioni rinforzate, paraurti antistrappo, gomme antiscoppio e cristalli antiproiettile. E non c'è neanche bisogno dell'antifurto».

Il colore era lo stesso della polizia della California, nonostante il film fosse girato in Illinois, perchè la produzione aveva acquistato lo stock vicino a Los Angeles. Aykroid che sbatte la portiera e la macchina che va in pezzi è un cult del cinema, ma quallo fu il destino di quasi tutte le Dodge Monaco berlina 1974 del film: ne vennero distrutte 13, una sopravvissuta, forse perchè mai usata in «The Blus Brothers», appartiene al cognato di Dan Aykroyd, altre due Bluesmobile sono ospiti degli Universal Studios di Los Angeles.

Fortunate in ogni caso visto che l'inseguimento cult sotto alla sopraelevata di Chicago è costato il numero più alto di macchine distrutte della storia del cinema, più di 150, record battuto solo dal suo sequel. Il pezzo più ambito dai collezionista però è la targa BDR 529, inventata da Aykroyd. Dopo la fuga massacrante dal concerto musicale, 106 miglia fino a Chicago, braccata dalla polizia e dai Neo-Nazi, la Bluesmobile implode subito dopo l'arrivo al Richard J. Daley Center, ma entra per sempre nel cuore degli appassionati di cinema e di auto. Per il seguito, datato 1998, fu ingaggiata un'altra ex auto della polizia, una Ford LTD Crown Victoria del 1990. Considerata una copia riuscita male della Dodge Monaco è uscita dall'immaginario prima ancora di entrare.

Commenti

Guido68

Mar, 20/08/2013 - 10:39

Parlando dei film "cult" non ci si possono permettere errori. Nel leggere "i fratelli Elwood" mi sono tremate le vene ai polsi: si tratta dei fratelli BLUES, Jake ed Elwood (come del resto recita il titolo del film). Errore gravissimo, anche se si trattasse di un lapsus calami. Per tentare di espiare, invito il signor Veronese a scrivere cento volte la frase "Ho sbagliato e me ne pento; giuro che non lo farò più" seduto su dei gusci di noce. Il cilicio non è obbligatorio, ma può mettere in luce la buona volontà del reo.

Francesco Maria...

Mar, 20/08/2013 - 19:23

Grazie per la segnalazione. Abbiamo provveduto a correggere

alessandro g

Lun, 09/09/2013 - 19:35

purtroppo anche la foto dell'articolo è sbagliata: quella pubblicata non è una Dodge Monaco modello Sedan del 74. Ho la fortunata di essere il proprietario di una "Blues Mobile" e l'unica somiglianza che hanno le due vetture è nel colore! per il resto concordo con l'articolo: è una macchina musicale e magica. Purtroppo non riesco a pubblicare le foto sul blog ma in qualsiasi momento sono disponibile a fornirle!