Il dramma di Mara Maionchi: "Ho scoperto di avere il cancro grazie ad un sogno"

Intervistata da Radio Cusano Campus, Mara Maionchi ha parlato della sua vita privata, del tradimento del marito e della sua malattia: "Quell'esperienza mi ha lasciato un segno"

Mara Maionchi è intervenuta questa mattina a Radio Cusano Campus e per la prima volta ha parlato del cancro al seno: "È stata un'esperienza che non è stata certo smagliante e che dentro di te lascia un grande segno".

"Il cancro - continua - è una malattia sempre oscura, non sai mai se si ripropone, come si ripropone, cosa accadrà. Io ne parlo sempre con l'ironia, perché l'ironia aiuta a vivere. Bisogna continuare a fare ricerca contro il cancro e tutti devono ricordarsi che la parola d'ordine è prevenzione. Io mi sono salvata per una botta di culo, anche se sono passati due anni e mezzo e non sono sufficienti per sapere se se ne è venuti fuori".

Mara Maionchi nel raccontare del suo dramma rivela come è riuscita a scoprire di avere il tumore. "L'ho scoperto grazie a un sogno particolare che ho fatto - dice -. Non si sentiva niente e non si vedeva niente. Il sogno che ho fatto mi ha messo in guardia, mi ha portato a chiamare l'oncologo, a fare un esame e a trovare il problema. Mi sono salvata grazie a un sogno, se cosi si può dire".

Ma lasciato da parte questo tema così delicato, Mara Maionchi riacquista il sorriso parlando della sua nuova esperienza a X Factor. "Chi manderò a quel Paese tra gli altri giudici? Spero nessuno, poi è chiaro che se qualcuno dirà una stronzata sarò la prima a farglielo notare. Fedez mi piace, è un marketing, ha idea di cosa sia un prodotto discografico, non è i Pink Floyd, ma ha fatto bene, ha scelto un campo artistico in cui lui ha delle idee, è rivoluzionario. Come Rovazzi, che ha fatto un video fortissimo, geniale. Non c'entra niente con la musica, ma diventerà sicuramente un regista, è uno che ha una idea, che pensa cose innovative. Poi c'è Levante, una ragazza che ha fatto la sua strada, che è interessante da capire. Con Agnelli? Saremo i due vecchietti della situazione, certo non gli posso sentir dire che i Queen non hanno fatto al storia della musica", aggiunge Mara Maionchi.

Nella lunga intervista radiofonica, poi, il giudice parla anche del tradimento: "Ho perdonato mio marito per un tradimento, la vita è lunga, stare insieme è tanto. L'erotismo non è mica volersi bene, sono due cose diverse. Mio marito è come se fosse andato al cinema e poi è tornato a casa. L'erotismo non è la base principale di un matrimonio, altrimenti tutto finirebbe dopo sei mesi. Il matrimonio è una roba seria, non è una scopata, il matrimonio è creare insieme una famiglia, un rapporto, i tradimenti basta non scoprirli, mio marito è stato disattento e si è fatto beccare poveretto. Poi gli uomini hanno questo istinto, non si fermano".