Elton John: “Candle in the wind? Non la eseguirò mai più davanti a William e Harry”

La rockstar, raccontando quanto fosse legato a Lady Diana, ha giurato che non eseguirà mai davanti ai principi Harry e William la canzone che suonò al funerale della loro madre e che, da allora, ha nei loro confronti un grande istinto di protezione

Elton John non voleva interpretare “Candle in the Wind” di fronte ai principi William e Harry il giorno del funerale della loro madre, Lady Diana, nonostante in questi anni la canzone abbia raccolto fondi milioni di sterline per la fondazione intitolata alla loro defunta madre. Il musicista originariamente scrisse la canzone con Bernie Taupin per rendere omaggio a Marilyn Monroe nel 1973, dopo la sua morte 11 anni prima. Tuttavia, nel 1997, fu chiamato da Buckingham Palace dopo la tragica morte della principessa del Galles, perché ne eseguisse una versione con le strofe modificate durante le esequie.

La rocktar 72enne in una intervista rilasciata a Billboard ha dichiarato: "Avrei preferito non aver fatto il disco e che lei fosse ancora viva, ma le cose andarono così. La canzone ha raccolto 37 milioni di sterline per la sua fondazione perché Bernie e io abbiamo rinunciato ai nostri diritti d’autore. Ci sembrava il minimo per onorarne a pieno la memoria”, ha detto Elton John, aggiungendo che “la canzone ha venduto 60.000 in India in un giorno e io non avevo mai venduto un disco in India prima di allorain tutta la mia vita”.

Per me rappresenta un ricordo al contempo di dolore e amore per lei. Non ho suonato quella canzone per un paio d'anni perché mi rende troppo triste e, a parte il funerale della principessa Diana, non l'ho mai suonata davanti al principe William o al principe Harry, per rispetto. Non canterei davanti a loro nemmeno la versione originale, quella dedicata a Marilyn Monroe, perché so che gli farebbe comunque tornare in mente quel momento terribile delle loro vite”. Come raccontato a Billboard nella stessa intervista, Elton è sempre stato vicino ai Reali inglesi. Ieri come oggi. È infatti in prima linea nel difendere Harry e sua moglie Meghan Markle, dagli attacchi della stampa. I Sussex quest'estate sono stati aspramente criticati per non aver usato voli di linea per viaggiare, ma jet privati, tra cui uno messo a loro disposizione da Elton John e suo marito David Furnish. In quell’occasione la star scrisse su Twitter: "Sono profondamente disgustato dal modo distorto e malizioso della stampa inglese nel descrivere il soggiorno privato del Duca e della Duchessa del Sussex nella mia villa di Nizza".

Ma nel cuore di Elton John c’è spazio anche per il primogenito di Lady Diana, il Principe William, anche lui spesso difeso dal cantante che ha detto di sentirsi come “in obbligo di proteggere Harry e William, data la stretta relazione che mi legava alla loro defunta madre e al fatto di aver cantato al suo funerale. È stata un’emozione senza pari, mai provata prima in nessun palcoscenico del mondo. Per questo quei due ragazzi sono sotto la mia protezione”, ha concluso il baronetto del rock.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Sab, 16/11/2019 - 16:50

Ce ne faremo una ragione

federik

Sab, 16/11/2019 - 17:51

Fxxxxo analfabeta

anita_mueller

Sab, 16/11/2019 - 18:58

E chi se ne frega, brutt* fr*ci*!

pilandi

Sab, 16/11/2019 - 21:31

Aveste un millesimo della sua sensibilità sareste persone migliori, mi spiace per voi... anzi onestamente non me ne frega un c4220 perché mi fate schifo.

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Dom, 17/11/2019 - 00:42

Mio dio che noia, questo ricchione sfrontato e sfondato...Fosse almeno bellissimo come i superfinocchi del primo '700! E' brutto come uno scimmiotto, burino e cxxxxxo. Nemmeno come Renato Zero, che da giovanissimo era strafico e nonostante il deretano sfondato teneva bene, anche se oggi è una vecchia tinca che si strascina come un cane bassotto a gambe storte e canta da laida lavandaia ben sotto le ringhiere dei cortili per non prendere le ciabattate che gli tirano dall'alto quando strilla e guaisce al chiaro di luna.

duca di sciabbica

Dom, 17/11/2019 - 12:18

vedo che il luridume dei postatori si è concentrato tutto stamattina. Però va detto che il testo di "candle in the wind" è tra i più insulsi che si siano mai sentiti - solo Hal David, il paroliere di Bacharach, ha fatto di peggio - e anche la musica non è un granchè. Sir John ha fatto molto, ma molto di meglio