Eurovision 2018: favoriti e come guardarlo

È giunto il momento dell'Eurovision Song Contest 2018, in scena a Lisbona: ecco come guardarlo in diretta e quali sono gli artisti favoriti in gara

Prende il via questa sera l'Eurovision Song Contest 2018 con la prima delle tre serate in cui è articolata la manifestazione, giunta quest'anno alla 63esima edizione. Ecco come guardarlo in diretta, gli italiani in gara e i favoriti per la vittoria di questo atteso evento.

Il concorso europeo della canzone quest'anno vede affrontarsi 43 artisti che rappresentano altrettanti Paesi, tra cui l'Italia che partecipa all'evento con i vincitori dell'ultima edizione del Festival di Sanremo, ovvero Ermal Meta e Fabrizio Moro. Per guardare l'Eurovision 2018 in diretta occorrerà sintonizzarsi su Rai4 questa sera alle 20:50 e giovedì 10 maggio al medesimo orario, quando i cantanti si sfideranno nelle semifinali, mentre la finale andrà in onda sabato 12 maggio su Rai1 e Rai1HD, con il commento di Federico Russo e Serena Rossi.

Come da regolamento, a decidere quali artisti-Paesi si aggiudicheranno un posto nella finale di sabato sera saranno le giurie rappresentative di ogni Paese e i telespettatori, attraverso il televoto. Nessuno però potrà votare per il proprio Paese.

Secondo i principali bookmaker, tra i favoriti per la vittoria dell'Eurovision 2018 vi è innanzitutto la cantante in gara per Cipro, Eleni Foureira, con la sua "Fuego", seguita da Netta Barzilai, la cantante in gara per Israele con "Toy" e dal cantante della Norvegia Rybak, oppure da quella dell'Estonia Elina Nechayeva. Secondo le previsioni, gli italiani in gara - Fabrizio Moro ed Ermal Meta - potrebbero posizionarsi al nono posto.

Commenti

baronemanfredri...

Gio, 10/05/2018 - 17:09

DA DECENNI L'ITALIA NON E' TRA I PRIMI, PERO' SE NON SBAGLIO IL GRANDE CANTANTE SERGIO ENDRIGO HA CANTATO LA BELLISSIMA CANZONE MARIANNE, PURTROPPO NON HA VINTO E MI PARE, SEMPRE SE NON SBAGLIO CHE IL RE HA SENTITO QUESTA BELLISSIMA CANZONE E LO HA PREMIATO LUI STESSO. MI PARE CHE E' ANDATA COSI'. L'ITALIA CHE DOVREBBE ESSERE LA PATRIA DELLA MUSICA, NON E' CHE VOGLIO DENIGRARE ALTRI PAESI, NON E' TRA LE PRINCIPALI NAZIONI, CI SARA' UN MOTIVO? FORSE SONO D'ACCORDO PER FAR PERDERE L'ITALIA?