Fazio, Benigni e tanta fiction La Rai va (quasi) sul sicuro

A Sanremo torna il presentatore di «Che tempo che fa». A Natale show del comico toscano. Raidue lancia il talk di Nicola Porro, Raitre arruola Concita De Gregorio 

Fabio Fazio sul palco del Teatro Ariston

Si naviga a vista, ma si naviga. Nonostante la voragine negli incassi pubblicitari, i buchi di bilancio, le inchieste giudiziari, i programmi più o meno apprezzabili, le minacce di vendita a privati e le solite polemiche, la Rai si ripresenta ai suoi telespettatori ancora leader negli ascolti. E, ieri, negli studi di via Mecenate a Milano, ha illustrato alla stampa e agli inserzionisti pubblicitari i palinsesti della prossima stagione autunnale. Eccone i punti principali.

RAIUNO Le novità sul primo canale riguardano soprattutto i volti dei conduttori. Perché, lasciati da parte alcuni esperimenti flop dell'ultima stagione, tutto torna come prima e si punta sulle trasmissioni storiche: dunque Tale e quale show e Ballando con le stelle (al venerdì e sabato sera con Carlo Conti e Milly Carlucci). Torna anche Roberto Benigni, con due prime serate sotto Natale, forse dedicate ai Dieci comandamenti. Invece, nella girandola delle star di casa nostra, il cambio più significativo è il ritorno a Domenica In della «signora» Mara Venier. Al suo posto al pomeriggio a La vita in diretta arrivano Paola Perego e Franco Di Mare. Un altro rientro è quello di Flavio Insinna ad Affari tuoi al posto di Max Giusti. Rivoluzione a Unomattina che è stata spezzettata in diverse fasce: la sveglia alle 6,45 la daranno Elisa Isoardi e Duilio Gianmaria, alle 10,30 prenderanno il testimone Eleonora Daniele (un ritorno pure per lei) raccontando storie di famiglia e infine ultima parte con Lorella Landi su temi culturali e di costume. In prima serata arriva Mission: otti vip volontari per 15 giorni nei campi profughi in giro per il mondo con raccolta di fondi da destinare alla missione visitata. Poi, al solito tanta fiction: in vetrina il debutto di Pupi Avati nelle serie Tv con Un matrimonio, storia di un amore e dell'Italia lunghi 50 anni. Da segnalare, nella ricca offerta complessiva, anche una fiction dedicata al Karol Wojtyla più privato (titolo da definirsi) e Altri tempi, con Vittoria Puccini e Stefania Rocca, sulla chiusura delle case chiuse. Luca Zingaretti sarà invece Adriano Olivetti ne La forza di un sogno. Infine un talent comico, C factor.

RAIDUE Il secondo canale è in cerca di una nuova identità. Una strada lastricata di difficoltà e di risultati non sempre vincenti, ma almeno è stata tracciata una strada. Il tentativo è di rinnovare i linguaggi e di introdurre la crossmedialità, vale a dire il mix di più strumenti, tra Tv e web. Si è già cominciato questa primavera e si proseguirà quest'estate per testare altri nuovi programmi. In autunno il palinsesto vedrà molte prime serate (quattro) dedicate alle serie d'acquisto Usa, da Crimanal Minds a The Good Wife. Al mercoledì proseguirà il nuovo programma d'informazione in partenza il 3 luglio, Virus - Il contagio delle idee, un docu-talk innovativo condotto da Nicola Porro. Al lunedì e giovedì intrattenimento con la seconda stagione del reality Pechino Express (guidato da Costantino della Gherardesca) e del game show Un minuto per vincere con Nicola Savino, il quale andrà anche a sostituire Victoria Cabello al domenicale Quelli che... che ritroverà una connotazione più calcistica. Pomeriggio rivoluzionato in base agli «assaggi» già visti negli ultimi mesi: si comincia alle 14 con Divieto di sosta, il programma (da mettere a punto) che viaggia da Nord a Sud dell'Italia con Chiara Lico e a seguire Detto Fatto, il «factual» con Caterina Balivo. In seconda serata confermato il talk informativo di Gianluigi Paragone che forse troverà una diversa connotazione più orientata sul sociale.

RAITRE Il terzo canale è una certezza, da anni viaggia sempre sulla stessa lunghezza d'onda e non ha intenzione di cambiare rotta visto lo zoccolo duro di spettatori politicamente orientati che lo segue fedelmente. Dunque tanta attenzione alla realtà e alla politica, alla storia e alla cultura. Ma accanto ai tradizionali Ballarò, Chi l'ha visto, Report, ci sarà qualche novità. Partiamo dal cambio di collocazione di uno dei «marchi» più importanti: Che tempo che fa torna al sabato e domenica, però nel giorno festivo si allunga dalle 20,10 alle 22,30: lo show viene rimodulato in una forma più ampia e in una fascia oraria a cavallo tra la prima e la seconda serata. Inoltre Fazio sarà impegnato a preparare Sanremo 2014. Probabilissima la presenza di Luciana Littizzetto, possibile quella di Jovanotti. Report e Presa diretta si spostano al lunedì, per combattere contro Quinta Colonna di Mediaset e, nel caso in cui Formigli resti a La7, Piazzapulita. Al venerdì proseguirà il format che si sta testando in queste settimane: La guerra dei mondi (scontro generazionale sui temi più scottanti) dove David Parenzo si sta dimostrando un disinvolto conduttore. Un volto storico della rete, Corrado Augias, lascia lo spazio di divulgazione letteraria alla giornalista Concita De Gregorio. Sulla scrittura ci sarà Masterpiece, in seconda serata, un talent con tanto di gara e vincitore. Il Gazebo di Zoro diventerà la striscia di seconda serata tre volte la settimana. A un altro giornalista, Antonio Polito, sarà affidato un programma tra il calcio e la filosofia di vita. Resterà anche Celi, mio marito nonostante lo scarso successo di ascolti.