Il figlio della Enardu attacca Conversano: "Hai tradito mia madre"

Dopo le accuse di Giovanni Conversano contro Serena Enardu, ecco che arriva la replica del figlio della compagna di Pago, Tommaso, che non le manda a dire all'ex tronista

L’attacco di Giovanni Conversano a Serena Enardu continua a far discutere e, dopo l’intervento della sorella di lei, Elga, arrivano le dichiarazioni al veleno del figlio dell’attuale compagna di Pago.

Tommaso, figlio della Enardu, ha deciso di non rimanere in silenzio davanti alle accuse che Giovanni ha rivolto alla madre e, attraverso i social, ha sparato a zero contro l’uomo che ha conosciuto quando aveva solo quattro anni. “Sono fiero di mia madre, che non si è messa filtri davanti alle telecamere, che non ha fatto una recita. Sono felice che lei sia al cento per cento se stessa – ha esordito il giovane tramite Instagram story - . Ciò che mi porta a fare questa storia è un’altra persona che si è sentita in dovere di commentare, senza alcun motivo valido [...] Auguro a questa persona che la smetta”. “Visto che la gente parla, io per favore ti chiedo di smetterla di fare le storie, non è giusto, non sei nella posizione di farlo – ha continuato Tommaso rivolgendosi a Giovanni Conversano - . Ti senti figo a far vedere che hai gente che ti supporta, anche io ce l’ho ma non mi metto a pubblicare, non sono così stupido, però spero che tu la smetta. [...] Tu, dopo aver tradito mia madre 9 anni fa, e lo sappiamo tutti, sei stato la persona peggiore che è entrata in questa casa e te lo dico io che da bambino di quattro anni risultavi alquanto tediosa come persona”.

Il figlio di Serena, quindi, ha invitato Conversano ad evitare qualunque ulteriore commento sul percorso della madre a Temptation Island Vip: “Al posto di fare scenette e di fare il figo con i tuoi follower, che sono tre gatti, fammi il favore: smettila, metti una storia in cui scrivi scusa e siamo tutti felici”. Giovanni, sentendosi tirato in causa, è nuovamente intervenuto sui social per mettere la parola fine a questa querelle. “La mia intenzione non era quella di dire che sono un santo ma che, visto che per anni passavo per quello che tradiva, per la persona poco corretta, poco credibile, su questa terra nessuno è un santo. È evidente che ognuno di noi ha le proprie debolezze – ha spiegato l’ex tronista - . Dopo nove anni è arrivata l’evidenza dei fatti. Il mio interesse non era attaccare, ma difendere, visto che la signora non ha mai perso occasione per commentare [...]Il messaggio è: mi raccomando, non offendete degli altri, non parlate di loro, che poi tutto vi ritorna, è il karma. Chi è senza peccato scagli la prima pietra”.