Francesco Facchinetti difende Stonex contro le critiche

Francesco Facchinetti si sfoga in Diretta Facebook: alcuni utenti hanno avuto da ridire sul suo progetto imprenditoriale, lo smartphone Stonex

Francesco Facchinetti non ci sta e decide di rispondere alle critiche che in questi giorni gli sono state rivolte da alcuni in merito al suo progetto imprenditoriale: quello di Stonex, una società italiana di smartphone. Le critiche sono solitamente abbastanza diffuse di questi tempi in cui basta essere su social network per sentirsi opinion leader, ma al figlio d'arte le polemiche non sono piaciute, tanto da ritenerle provenienti da sabotatori.

In effetti, tra le varie questioni sollevate c'è che gli smartphone Stonex, pur essendo disegnati in Italia, vengono assemblati in Cina. In realtà tutta la tecnologia che viene utilizzata quotidianamente segue simili processi: quasi ogni smartphone è progettato nel Paese produttore e assemblato presso quello che è ormai il colosso economico mondiale.

«È una moda del c***o - ha detto Facchinetti junior durante la sua diretta Facebook - davanti a voi avete due imprenditori italiani che hanno voglia di dare spazio ai giovani di questo Paese. Chi ha voglia di spendere milioni di euro e di dare spazio ai giovani? Trovatemi chi. Ho sbattuto il telefono alla mamma per parlare con voi, chiedo venia. Fare impresa in questo Paese è difficile. Siamo usciti la scorsa settimana con un migliaio di modelli. Adesso io non voglio citare altre aziende, ma io ho comprato telefoni che non chiamavano, si spezzavano, si rigavano, aziende blasonate e giganti che hanno dovuto togliere telefoni che scoppiavano dal mercato. Adesso stanno scoppiando critiche pazzesche perché è un po' complesso mettersi a fare fotografie iper-prestanti. Noi abbiamo usato tecnologia nuova, tutto il bagaglio ce lo stiamo facendo noi».