FuoriSerie

Vi è sempre rimasto nel cuore il film Titanic di James Cameron? Vi piacciono i gialli in stile Agatha Christie tipo Omicidio sul Nilo o Omicidio sull'Orient Express? Ecco la nuova serie, made in Spain, distribuita da Netflix realizza il vostro desiderio. Si intitola Alto Mare e mette in scena un giallone ambientato alla fine degli anni quaranta e tutto giocato dentro le eleganti stanze di una nave da crociera partita dalla Spagna e diretta a Rio de Janeiro.

La trama ruota attorno a due sorelle, Carolina ed Eva, di cui una sta per sposarsi con l'armatore della nave. Il matrimonio dovrebbe avvenire proprio nel bel mezzo della traversata. Ma nel frattempo la situazione prenderà tutta un'altra piega. A bordo sale una clandestina, qualcuno da misteriosi appuntamenti all'armatore, il comandante è molto nervoso... E poi iniziano a fioccare i morti. Nicolas Salas, uno degli ufficiali di bordo, inizia ad indagare ma la sciarada in corso sulla «Barbara de Braganza» è davvero molto complicata. Tanto che è già programmata una seconda stagione.

Non roviniamo la suspense allo spettatore aggiungendo altri dettagli, dedichiamoci invece a come è costruito l'ordito attorno alla trama. I fili narrativi si intrecciano bene, però la recitazione diciamolo non è proprio da Oscar. Di buon livello invece i costumi e la ricostruzione della nave, forse solo un po' troppo sontuosa. Insomma siamo di fronte ad un prodotto che consente agli amanti del genere di passare una piacevole serata, ma il ritmo non è proprio trascinante. Quasi una telenovela (di lusso) in salsa gialla.