Harry e Meghan, tutti contro il restauro di Frogmore Cottage

Harry e Meghan sono di nuovo sotto il fuoco incrociato delle critiche più aspre a causa dei costosissimi lavori di ristrutturazione della loro residenza, il Frogmore Cottage

Harry e Meghan sono stati travolti dalle polemiche dopo che è stata resa pubblica l’ingente somma spesa per i lavori di restauro del Frogmore Cottage. La residenza del diciottesimo secolo in cui i duchi di Sussex si sono stabiliti lo scorso aprile si trova sul terreno della Frogmore House, nella tenuta di Windsor. È composta da 10 stanze e ha ospitato reali del calibro della regina Mary (1867-1953) e della regina Charlotte (1744-1818). Piccola curiosità: a Frogmore abitò anche Abdul Karim, l’assistente indiano della regina Vittoria che è divenuto protagonista del fortunato libro “Vittoria e Abdul” di Shrabani Basu.

I lavori di restauro, però, sono costati 3 milioni di sterline (2 milioni e mezzo di euro) pagate dai contribuenti inglesi, come risulta dal rapporto finanziario annuale reso noto da Buckingham Palace. Qui sta il fulcro della polemica: i più critici, infatti, proprio non riescono a mandare giù il fatto che il peso del restauro di un palazzo così importante per la monarchia sia dovuto ricadere interamente sulle spalle dei sudditi. Per questo motivo nel Regno Unito, ormai, si respira aria di disappunto e scalpore. La macchina mediatica dello scandalo si è appena accesa e sembra proprio che non sia destinata a spegnarsi tanto presto.

Come spiega Cosmpolitan l’esorbitante cifra potrebbe essere “letta” anche sotto una luce diversa: i contribuenti inglesi, infatti, sovvenzionano ogni anno la monarchia con 1,58 dollari a testa (calcolo stimato per il periodo 2018/2019). I vituperati 3 milioni di sterline non sono certo uno scherzo per le tasche del popolo, ma vengono decisamente messi in ombra dai 67 milioni di sterline (85,2 milioni di dollari) spesi dai Windsor per viaggi, manutenzione dei palazzi, costi dello staff. Un portavoce della Royal Family ha precisato che i duchi di Sussex hanno pagato gli arredi e gli infissi nuovi del Frogmore Cottage, ma questo non basta ai sudditi arrabbiati. Ciò che questi ultimi rimproverano al principe Harry e a sua moglie non sono solo i soldi spesi, ma il modo in cui sono stati utilizzati: un pavimento definito da Cosmopolitan “galleggiante” che deve proteggerne un altro sottostante molto più antico e ben conservato, una zona yoga e un’altra dedicata esclusivamente a Meghan e Baby Archie. Anche il completo rifacimento del soffitto e dei bagni ha fatto storcere non pochi nasi britannici.

I lavori si sono svolti tra novembre 2018 e marzo 2019, in tempo per accogliere il nuovo piccolo inquilino, Baby Archie.Le polemiche scoppiate per il costo della ristrutturazione nascondono anche un crescente malcontento nei confronti di Meghan, accusata di sperperare i fondi della Corona in abiti e gioielli. I Sussex, però, non “nuotano” soli nell’oceano di critiche. Con loro e per lo stesso motivo ci sono anche il principe William e Kate Middleton. I duchi di Cambridge hanno speso 4,5 milioni di sterline (5,73 milioni di dollari) per ristrutturare Kensington Palace, incassando l’accusa di essere spendaccioni.