Harry: l'attacco alla stampa pianificato sin da marzo

L'attacco alla stampa del Principe Harry non è stato estemporaneo nei giorni scorsi, ma pianificato a marzo: la Regina Elisabetta II ne era a conoscenza

L’attacco alla stampa da parte del Principe Harry è stato pianificato da mesi.

È quando riporta l’Express, che afferma come il sito scelto dal duca di Sussex per accusare il Mail on Sunday - responsabile di aver pubblicato una lettera privata di Meghan Markle al padre Thomas - sia stato registrato già a marzo. Harry e Meghan hanno fatto causa alla testata per violazione della privacy e per aver omesso alcuni passaggi. La testata smentisce di aver alterato la missiva e ritiene che la sua pubblicazione sia stata in linea con una notizia che stava trattando da tempo.

In questi giorni, si sono diffuse alcune ipotesi circa la scelta del Principe - che ha anche tirato in ballo il rapporto dei media con la madre Lady Diana, morta nel 1997 in un incidente stradale a Parigi mentre era inseguita da alcuni paparazzi. Tuttavia sta emergendo mano a mano la verità sul sito che riporta le motivazioni del Principe, sullo studio legale cui i Sussex hanno richiesto la consulenza e sui membri della Royal Family che ne erano a conoscenza.

C’è da dire che le spese sullo studio legale Schillings non saranno a carico dei contribuenti né della Royal Family: Meghan e Harry hanno scelto di pagare con soldi propri. Inoltre, ieri è stato affermato che il duca di Sussex non abbia avvisato né il Principe Carlo né il Principe William della sua decisione. Ma esiste un membro della Royal Family che invece era a conoscenza di tutti: la Regina Elisabetta II. Harry ha infatti rivelato tutto alla cara e amata nonna prima di agire.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?