"Harry Potter mi ha portato all’alcolismo"

L'attore interprete della saga più amata al mondo, racconta come la fama lo abbia quasi distrutto

Daniel Radcliffe, ha vuotato il sacco e in una recente intervista ha ammesso che ha dovuto far uso di alcol per far fronte all’enorme fama che le è piombata addosso dopo aver interpretato il primo capitolo di Harry Potter.

Il fatto di bere in età così giovane lo ha portato a diventare quasi un alcolista. “Ovunque andavo ero circondato da persone che mi guardavano, mi avvicinavano e volevano qualcosa da me, e l’unica cosa che mi faceva dimenticare tutto questo era bere e ubriacarmi” ha detto ad Off Camera With Sam Jones.

“Il fatto di ubriacarmi però, portava la gente ad osservarmi ancora di più, a bisbigliare o dirmi cose poco piacevoli e l’unico modo per non sentirli era quello di bere ancora di più. In questo modo sono entrato in un giro vizioso che ha rischiato seriamente di danneggiare la mia psiche”

Questo genere di problematica ha portato Daniele a condividere con altre star giovani che avevano lo stesso problema per i suoi stessi motivi. “Non si può lavorare da giovani senza subirne delle conseguenze”.

L’attore è stato molto aiutato ad uscire da questo vortice da amici e parenti e a ritornare ad uno stile di vita normale. Alla fine però ha ammesso quanto comunque sia stata la sua volontà a farlo uscir fuori, perché ha capito che continuar a bere lo avrebbe messo sempre più nei guai.

Ora che è completamente sobrio, ha ammesso di non avere più nessuna tentazione per l’alcol, perché ha sofferto moltissimo in quel periodo e le è capitato molte volte di essere arrivato sul set completamente ubriaco e questa non era una cosa che poteva andare avanti per molto.