"Ho vinto per pagare i debiti, ora punto all'Isola dei Famosi"

Il "Tarzan di Viterbo" che ha trionfato al Grande Fratello fa il bilancio: "Io buono e simpatico, non come alcuni altri"

Da quando lunedì notte è stato consacrato vincitore del Grande Fratello 15, il telefonino di Alberto Mezzetti (per molti il «Tarzan di Viterbo») non smette di suonare. E lui gongola. «Non ho paura di perdere la testa per la popolarità. Mi hanno sempre scambiato per un vip e l'idea di scattare qualche selfie mi gratifica!». A lui va quindi il montepremi da 100mila euro che lo aiuterà a estinguere i debiti accumulati dalla famiglia: «Ho fatto da garante in alcuni affari andati male nel 2013 e ho partecipato al reality di Canale 5 proprio per accelerare il risanamento dei debiti», ci racconta l'ex modello, 34enne.

Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Alessia Prete e Matteo Gentili, che insieme hanno formato una coppia che ha conquistato il pubblico. Ascolti eccellenti: l'ultima puntata del GF15 è stata seguita da 3.797.000 telespettatori (23,6% di share).

Si aspettava di vincere?

«Rispetto agli altri coinquilini ho rappresentato un buon esempio e quindi, dentro di me, mi sentivo il vincitore. Alla fine, gli spettatori mi hanno premiato per la simpatia, sincerità, semplicità e spontaneità».

Un'edizione così trash non si era mai vista: è la prima volta che gli sponsor hanno abbandonato il programma.

«Una scelta lecita da parte delle aziende, che condivido. E le dirò di più: è andata meglio così! Per quanto mi riguarda potevano lasciarmi senza cibo, avrei mangiato gli insetti».

Tra le scene più criticate, quella in cui Baye Dame ha puntato la pistola alla tempia contro di sé e contro Aida Nizar.

«Indecoroso! Una scena del genere non andrebbe mandata in onda in prima serata. Lo dico chiaramente: per me, sarebbe stato più saggio censurarla. Quanto a Baye, non è malvagio ma nemmeno buono. Famosa drag queen romana, dentro si sente femmina. Ma resta un uomo. E un atteggiamento tanto aggressivo, a maggior ragione contro una donna, è ingiustificabile. Tuttavia, l'aspetto peggiore è stato il messaggio che ha trasmesso: ovvero l'assenza di rispetto e la mancanza di tolleranza».

Al centro delle polemiche è stata pure Aida Nizar, tra le altre cose accusata da Baye Dame di avere pronunciato una frase razzista nei suoi confronti.

«Il suo egocentrismo è insopportabile, basti pensare che venerdì si è buttata nella Fontana di Trevi! Che dire? È una donna prepotente e indisponente. Non mi piace».

Ha fatto discutere anche Angelo Sanzio, il «Ken italiano».

«La verità? Con i suoi atteggiamenti provocatori ha infastidito tutto il gruppo. Era eccessivo, sempre sopra le righe».

Invece, tra i concorrenti chi ha stimato di più?

«Veronica Satti, perché è uscita dalla Casa più forte e determinata, Simone Coccia per la sua ironia e Luigi Favoloso con cui mi sono scontrato spesso in modo acceso ma costruttivo».

I suoi diverbi con Luigi Favoloso sembravano un copione recitato.

«Lo penso anch'io. Incredibile. Ho rivisto qualche scena e mi sono sorpreso. Invece era tutto spontaneo».

Detto questo, Luigi Favoloso è stato cacciato dalla casa per aver indossato una maglietta con una frase sessista contro Selvaggia Lucarelli.

«Luigi è carismatico, egocentrico e affascinante. In quel caso, ha sbagliato. È stato un atto di debolezza. Il rispetto degli altri non deve essere mai messo in discussione».

Dopo il canna-gate all'Isola dei Famosi, è esploso il caso coca-gate al GF, notizia subito smentita. Ci dica la verità: nella Casa è circolata della cocaina?

«No, assolutamente falso. Ne avrei parlato se fosse stato vero. L'unica droga consumata sono state le sigarette di tabacco!».

Torniamo a lei, adesso che cosa l'aspetta?

«Ho dato in gestione la mia agenzia di scommesse e resto sotto contratto con Endemol fino al 31 dicembre. Mi auguro di poter guadagnare qualche euro con le serate in discoteca».

E poi, come vede il suo futuro?

«Mi piacerebbe partecipare all'Isola dei Famosi. E poi, magari, diventare attore».

Commenti

gneo58

Mer, 06/06/2018 - 09:25

proprio bello il messaggio - si fanno debiti e poi si cerca di ripagarli - se ci si riesce - col "gioco" invece che col duro lavoro - poi ci lamentiamo di come va il paese e dei giovani.....

luca123

Mer, 06/06/2018 - 10:17

Ci sono altre strade oltre che il 'duro lavoro'. Se si può è sempre meglio guadagnare facendo meno fatica. Non siamo mica schiavi no. Dove c'è scritto che il duro lavoro sia sempre la strada migliore. Duro puzza un po' di sfruttamento :)Che inizino i padroni a fare il duro lavoro

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 06/06/2018 - 12:46

In bocca al lupo, ma se fossi te un viaggetto all'estero lo farei..