Hollywood si affida a Dio ma mette la Bibbia in burla

Aiuto, gli studios scoprono le Sacre Scritture. In arrivo un Caino vampiro, Noè contro angeli con sei braccia, lo stupro di Maria e Gesù-Harry Potter

Hollywood si lancia nelle storie bibliche, ma invece di restare fedele alle Sacre Scritture, le trasforma in storie di vampiri, gladiatori e sangue. Intenti a scrivere horror fiction, a costruite una gigantesca Arca di Noè e a ricucire alcuni capitoli dei Vangeli sono un manipolo di grandi registi: da Steven Spielberg a Darren Aronosfky, da Mel Gibson a Paul Verhoeven e Ridley Scott.
Ultimo ad aggiungersi alla lista da Oscar è l'attore Will Smith, al suo debutto dietro la telecamera, con una sceneggiatura su Caino e Abele. Pare però, dalle ultime indiscrezioni, che Smith abbia intenzione di trasformare la storia di rivalità e gelosia dei due fratelli in una pellicola vampiresca. La Sony ha firmato con Smith (che oltre a dirigere sarà anche protagonista) un contratto che gli permetterà di girare La redenzione di Caino con un ottimo budget: i miliardi sono necessari, se vorrà far concorrenza agli altri kolossal biblici.
Il regista Darren Aronofsky rischia di sbancare la Paramount per costruire un'enorme arca di Noè. Il regista di Black Swan finora ha diretto pellicole a basso costo: il suo film da Oscar era costato meno di 50 milioni, ma stavolta il suo Noè, interpretato da Russel Crowe accanto a Jennifer Connelly ed Emma Watson, sarà tra i dieci film più cari del 2012. Anche lui, come Smith, aggiungerà alla storia raccontata nel libro della Genesi un contorno di pura fantasia, con uno squadrone di enormi angeli senza ali ma con sei braccia, contro i quali si scaglierà Noè. Si legge nella presentazione della pellicola: «Il suo nome è Noè, ma è un uomo diverso dagli stereotipi dei patriarchi della Bibbia. È un lottatore, un Mad Max che vive in un mondo dove non c'è pietà». Vista la partecipazione di Russell Crowe, ci si può aspettare che il suo Noè abbia tutti i connotati del gladiatore.

Il regista Paul Verhoeven sta lavorando sulla nuova «biografia» di Gesù. Come sceneggiatore è stato scelto Roger Avary, che ha alle spalle film horror come Beowulf. Il suo Gesù non ha nulla di divino: sarebbe nato dalla violenza subita dalla giovanissima Maria, violentata da un soldato romano. Il suo Gesù, del tutto umano, è un profeta radicale, che faceva esorcismi e non miracoli, convinto che il paradiso lo si potesse trovare sulla terra; il suo messaggio di pace e fraternità avrebbe sconvolto l'Impero romano e cambiato il mondo, ma in lui non c'è alcun aspetto del Messia dei Vangeli.
Più rispettose verso l'Antico Testamento dovrebbero essere due pellicole sulla vita di Mosè. La prima, tratta da Gods and Kings, una sceneggiatura scritta a quattro mani da Michael Green e Stuart Hazeldine, sarà diretta da Spielberg. Secondo le prime indiscrezioni Spielberg avrebbe già dichiarato che questo film sarà la sua più grande sfida: la pellicola per la quale, un giorno, vorrà essere ricordato è anche il suo personale omaggio alla fede ebraica.

Spielberg ha detto di volersi ispirare a Braveheart e al suo Salvate il soldato Ryan, con grande attenzione alle battaglie epiche ed ai dettagli della storia di Mosè: l'abbandono sul fiume, l'adozione, l'infanzia presso il faraone, la fuga dall'Egitto e la solitaria vecchiaia, alla guida di un popolo che non aveva ancora raggiunto la Terra promessa. Il secondo progetto su Mosè è invece del regista Ridley Scott. Il Mosè di Scott, prodotto dalla Fox, verterà sulla relazione del profeta con il faraone Ramses, prima dell'Esodo.
Ancora da definire il cast. Si aggiungono poi alla lunghissima lista di favole e horror biblico il nuovo film di Mel Gibson sul comandante israelita Giuda il Maccabeo e quello annunciato sull'infanzia di Gesù, del regista di Harry Potter, Chris Columbus.

In molti casi, il nesso tra Scritture e invenzione registica appare piuttosto discutibile, e infatti farà discutere. L'Antico Testamento è utilizzato come semplice serbatoio di trame accattivanti, ogni aspetto religioso e teologico è relegato in secondo piano. Oggi non si sa più come fare cassetta: e gli studios si affidano a Dio.

Commenti

Luigi Farinelli

Mar, 17/07/2012 - 13:23

La dimostrazione che la massoneria = neo-gnosi anticristiana e ntinatalista (per opporsi al "crescete e moltiplicatevi" del Dio biblico) è sempre impegnata a lavare il cervello della gente, disponendo ormai di risorse finanziarie enormi (anche molti banchieri sono massoni). Anche l'ultralaicismo è opera loro e il libertinismo propagandato (sempre per abbattere i principi etici e morali cristiani e arrivare allo stolido individuo indifferenziato androgino, costruito con l'ideologia gender). Ormai anche la Disney, per esempio, è divenuta un'associazione a delinquere, con pellicole di cartoni animati rivolgenti messaggi subliminali di tipo sessuale ed erotico ai bambini per corromperli e condizionarli indelebilmente.

Ritratto di Gianluigi Fedeli

Gianluigi Fedeli

Mar, 17/07/2012 - 14:36

Giusto per fare informazione riguardo Caino/Abele in chiave vampirica. Esiste da più di 30 anni la saga di Anne Rice (quelal di lestat) che fa risalire il primo vampiro a CAINO (che offrì u ntributo di sangue a dio), successivamente la WhiteWolf notissima società produttrice di Giochi di Ruolo ha ripreso questa base per creare i famosissimi Vampire The Masquerade, Vampire Dark Age (nel medioevo), in tempi ancora più vicini abbiamo la saga di True Blood. In questo caso Hollywood giunge molto tardi nel giocare con la bibbia, specialemnte se si parla di Vampiri.

eras

Mar, 17/07/2012 - 15:38

1) che caspita c' entra un' eresia scomparsa da secoli con i politicamente corretti non si sa 2)la massoneria non so quanto possa essere interessata a aborti e gay; non ricordo un tale fervore nei siti massonici salvo un vecchiume mazziniano e veterolaico-risorgimentale 3) mica saranno morali solo i cristiani (vedi ior, pedofilia, ecc.) 4) la Disney diventata criminale un pò ridere effettivamente lo fa (Pluto giace nell' alcova con Minnie ? ahahah)

gibuizza

Mar, 17/07/2012 - 15:52

A quando le comiche con l'olocausto come soggetto, la parodia di Che Guevara che combatte contro i bambini poveri di Cuba o i partigiani che vendono le armi ai nazisti? Inventarsi str...zate sono capaci tutti, accettarle un poco meno.

baio57

Mar, 17/07/2012 - 16:05

Tranquilli,poi verrà il turno del Corano e di Allah...o forse no.

mila

Mar, 17/07/2012 - 16:06

Non c'e' da meravigliarsi, soprattutto per il film in programma su Gesu'. L'attuale "civilta'" americana e' profondamente anticristiana, anzi, e' contro tutte le religioni (forse eccetto il radicalismo islamico che per ora le fa comodo politicamente)

Ritratto di Gianluigi Fedeli

Gianluigi Fedeli

Mar, 17/07/2012 - 16:24

Giusto per fare un po' di informazione retroattiva riguardo il rimaneggiare la parte di bibbia relativa a caino e abele in chiave vampirica. Dalla metà degli anni 70 fino ai primi anni 2000 c'ha già pensato Anne Rice con i suoi romanzi sui vampiri (intervista col vampiro, scelti dalle tenebre etc etc), nei primi anni '90 la white wolf, famosa casa creatrice di giochi di ruolo da vita a Vampire The Masquerade e Vampire Dark Age, nei quali CAINO appare come primo vampiro poiché ha offerto a DIO un tributo di sangue, in tempi più che recenti la saga di TRUE BLOOD, prima nei libri, poi con l'ottima serie tv prosegue su questa strada. In questo caso si puo' dire che Hollywood è arrivata ben tardi rispetto alla letteratura sul rimaneggiare la bibbia, almeno per quanto riguarda il mito dei vampiri.

battintesta

Mar, 17/07/2012 - 16:30

Perchè non fare altrettanto con Allah, il Corano, Maometto e l'Islam? Gliene manca lo spunto, oppure il coraggio? Forse lo ritengono inopportuno, visti gli effetti della vicenda dell'autore di "versetti satanici"? Già i cristiani vengono massacrati in tutto il mondo arabo e specie in Nigeria, ma va bene così...Però la libertà di espressione, l'arte, che bel mondo di M. è Hollywood!!!

silvia1966

Mar, 17/07/2012 - 16:41

Premesso che non mi scandalizzo per film relativi ad argomenti religiosi (ricordo le polemiche sul film L'ultima tentazione di Cristo che personalmente a me è piaciuto) ne tanto meno per libri (vedi Codice da Vinci)mi chiedo perché non progettano di fare qualche film sul presunto stupro della mamma di Maometto o sul fatto che aveva mogli bambine????? o magari fare un film dove questa volta il buono è il faraone Ramesse (sempre che fosse lui il faraone del "presunto" esodo)?

MateDe

Mar, 17/07/2012 - 16:44

Tranquillo signor Luigi non e' certo colpa della massoneria dell'ultralaicismo o del libertinismo se il mondo tende ad essere quello che e' oggi. E' semplicemente la natura umana! Ed ora che non viene piu repressa da gente in sottana impegnata a lavare il cervello...si manifesta per quello che e'...ed e' bell! Peccato solo, che quelle stesse persone in sottana oltre aD aver perso il controllo delle masse non abbiano perso pure le risorse finanziarie! Ora la lascio al cilicio...buon divertimento!

mila

Mar, 17/07/2012 - 18:41

Non c'e' nulla da meravigliarsi. E' da tempo evidente che l'attuale "civilta'" americana e' profondamente anticristiana, anzi, e' contraria a tutte le religioni.

mila

Mer, 18/07/2012 - 04:00

Non c'e' nulla da meravigliarsi. E' da tempo evidente che l'attuale "civilta'" americana e' profondamente anticristiana, anzi, e' contraria a tutte le religioni.

bobsg

Mer, 18/07/2012 - 13:52

Scherza coi fanti ma lascia stare i santi.

andrea24

Mer, 18/07/2012 - 15:51

Ormai si agisce contro la cristianità,non mi stupisco più di tanto,c'è un clima di completa apostasia,di menzogna e di sovversione morale e culturale. Questi film continueranno a corrompere e a fomentare nuove generazioni di decerebrati,con nuovi lavaggi di cervello. L'America è in mano alla Sinagoga di Satana.