Hugh Jackman serve caffè a fin di bene: la foto virale sui social

L’attore, a Chicago per il tour del suo nuovo spettacolo, ha creato una società per aiutare i produttori di caffè dei paesi in via di sviluppo

Gli abitanti di Chicago sono rimasti sorpresi lo scorso venerdì nel vedere un divo come Hugh Jackman mettersi in grembiule e divisa e servire dell’ottimo caffè da un furgoncino da food truck. L’attore, arrivato nella città dell’Illinois per esibirsi con il suo nuovo spettacolo The Man. The Music. The Show., ne ha approfittato per promuovere la sua Laughing Man Coffee Company, la società che ha creato nel 2011 per aiutare i produttori di caffè dei paesi in via di sviluppo.

Grazie a Instagram, Jackman ha postato le immagini di questa mattinata con i fan di Chicago e il post è diventato subito virale. Vedere Wolverine nel ruolo di barista è parso davvero insolito ai passanti: “Grazie mille per essere venuti e per aver promosso la Laughing Man Coffee Company!”, ha scritto l’attore nel post.

Hugh Jackman: dall'Etiopia per i coltivatori di caffè

L’esperienza della Laughing Man è nata nel 2009 da un’idea di Hugh Jackman e del suo amico David Steingard, ex procuratore penale di Brooklyn. Jackman era reduce da un viaggio in Etiopia (dov’è nato il caffè come lo conosciamo oggi) per conto della onlus World Vision, la prima ONG per l’adozione a distanza. Durante quel soggiorno nel Paese africano in compagnia della moglie Deborra-Lee Furness e il Direttore di World Vision in Australia, Tim Costello, l’attore aveva conosciuto una coppia di coltivatori di caffè, Dukale e la moglie Adanech.

Andare in Etiopia con World Vision – ha raccontato Jackman – e incontrare Dukale ha insegnato a Deb e a me l’impatto che il commercio equo ha sul reddito degli agricoltori e di conseguenza sulla loro capacità di sollevarsi dal giogo della povertà. Quando siamo tornati negli Stati Uniti dopo l’incontro con Dukale, non potevamo solo parlare di lui e raccontare la sua storia, abbiamo dovuto fare qualcosa di più e questo è il motivo per cui abbiamo fondato Laughing Man Tea & Coffee”.

L’obiettivo di Laughing Man è acquistare caffè equo solidale da cooperative, tra cui quella di Dukale, e vendere i propri prodotti in due bar a Manhattan. La miscela più popolare è diventata proprio Dukale’s Dream, che è anche il titolo di un documentario nato da quell’esperienza.

Da allora, Jackman continua in ogni occasione a richiamare l’attenzione del mondo sui problemi del commercio equo e della lotta alla povertà e all’esclusione sociale.

Commenti
Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Sab, 22/06/2019 - 14:19

Jackman sarà il prossimo ministro del lavoro e dello sviluppo economico italiano.