I supereroi Marvel perdono Spider-Man. L'Uomo Ragno volerà soltanto per Sony

Disney voleva il 50 per cento di investimenti e ricavi. Ma non l'ha ottenuto

Hanno ucciso l'Uomo Ragno. Vabbeh, quasi. Non del tutto, ma al punto da spingere i suoi migliaia e migliaia di fan a lanciare un appello sui social: #SaveSpiderMan. Come mai si è arrivati a tanto? Perché, come ha raccontato il sito americano Deadline, poi ripreso dai media di tutto il mondo, Sony e Marvel (cioè Disney) non sono riusciti a rinnovare l'accordo che li legava dal 2015 e grazie a cui erano stati prodotti alcuni degli ultimi successi strepitosi di Spider-Man al botteghino, come Spider-Man: Far from Home, o Spider-Man: Homecoming. Il risultato di questo mancato accordo è che l'Uomo Ragno non sarà più prodotto dalla Marvel e, in particolare, dal «mago» della produzione Kevin Feige; e, soprattutto, ciò che è più «grave» dal punto di vista dei fan, l'Uomo Ragno non potrà più comparire nei film collettivi con gli altri eroi Marvel. Quindi, altri grandiosi successi come Captain America: Civil War, o Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame non potranno più avere, nel cast di supereroi, l'amatissimo Spider-Man.

La rottura fra Marvel e Sony è dovuta, come sempre nella mecca del cinema, a questioni di soldi. E non si tratta di qualche dollaro in più, bensì di un bel gruzzolone. La Disney (che ha acquisito da anni i Marvel Studios, compresi tutti i personaggi dei fumetti del marchio, tranne alcuni, fra cui, appunto, l'Uomo Ragno, i cui diritti sono stati acquistati dalla Sony, appunto, nel 1999) chiedeva a Sony di condividere, d'ora in poi, il cinquanta per cento, sia degli investimenti, sia dei guadagni. Fino a oggi, infatti, l'accordo stipulato fra Marvel e Sony prevedeva che la Sony non pagasse la produzione dei film di Spider-Man, tenendo per sé il 95 per cento degli incassi; alla Disney rimanevano il 5 per cento dei guadagni e i diritti sul merchandasing.

La Sony però, a quanto pare, non era d'accordo su un rinnovo così penalizzante per le sue casse. Anche se la collaborazione con Marvel negli ultimi anni ha letteralmente ribaltato le sorti economiche dei film dell'Uomo Ragno: le ultime due pellicole a lui dedicate, in cui Peter Parker è interpretato da Tom Holland, hanno segnato due record assoluti di incasso. Di qui anche la volontà di Disney/Marvel di contare di più, o meglio di incassare di più.

E ora? Sony potrebbe inserire le avventure di Spider-Man nel «Venomverse», l'universo lanciato dal film Venom con Tom Hardy (2018). Da parte sua, il Marvel Cinematic Universe dovrà cancellare, in qualche modo, l'Uomo Ragno dalle sue tessiture...

Commenti
Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 22/08/2019 - 10:30

L'ennesima porcheria del dio denaro.