La première di Jennifer Lopez interrotta dalle proteste degli animalisti

Sul red carpet del "Toronto Film Festival", dove era attesa per la premiere del suo film "Hustlers", l'attrice è stata fischiata e contestata duramente da un gruppo di animalisti

Al fianco del fidanzato Alex Rodriguez, Jennifer Lopez in sensuale abito giallo dalla scollatura abissale ha fatto la sua apparizione sul red carpet della premiere del film “Hustlers” al Toronto International Film Festival. Ad attendere la diva oltre ai suoi fan, una nutrita schiera di ambientalisti che hanno preso a urlarle contro per via della sua ostentata passione per le pellicce.

Sebbene a Toronto non ne indossasse nessuna, gli animalisti l’hanno attesa al varco: appena scesa dalla sua limousine, pronta a fare il suo ingresso trionfale al “Roy Thomson Hall”, è stata assalita da urla di disapprovazione. I protestanti le hanno gridato: “Assassina!”, “Smetti di indossare pellicce!” e hanno anche esposto numerosi cartelli come quello su cui era scritto a caratteri cubitali: "Sei tu il vero animale. Togliti la pelliccia 'modello JLo'!".
La diva ha mantenuto la calma, sorridendo ai fotografi e rilasciando brevi dichiarazioni ai reporter dei magazine accalcati all’ingresso del teatro. Ma uno dei protestanti è riuscito a evadere il cordone di sicurezza e ad avvicinarsi a pochi metri dalla Lopez per gridarle: “Hai le mani sporche di sangue!”, spaventando non poco la cantante e attrice che ha così ridotto il tempo della sua presenza sul red carpet, provocando un’altra ondata di protesta, questa volta da parte dei fotografi e dei fan.

Sia nel film “Hustlers” che nella vita reale Jennifer Lopez è una grande amante delle pellicce, soprattutto di lusso, motivo per cui molti suoi look sono stati spesso criticati sui social non solo dagli animalisti, ma anche dai fashionisti e influencer che ritengono che anche una pelliccia finta sia cool anche perché le maggiori maison di moda hanno smesso di proporne di vere in passerella, abbracciando l’etica cruelty free. Ma Jennifer Lopez è una “Ghetto star”, ossia, per definizione, quel genere di diva che parte dalla periferia americana per raggiungere un successo planetario. Una Cinderella in versione Bronx nel cui guardaroba non possono mancare le pellicce perché sono il simbolo del suo status di star. Non è infatti un caso se tutte le maggiori celebrities sia afroamericane che di origine latina, che siano uomini o donne, amino ostentare pubblicamente pellicce molto costose. Quindi è improbabile che “Jenny From The Block” in futuro rinuncerà a sfoggiare questo capo perché fa parte della cultura e dell’estetica "gangsta" di cui è uno dei più iconici simboli.



Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?