Jessica Biel vuole fare da boss al marito Justin Timberlake

L'attrice, sugli schermi in questi giorni con il thriller "Limetown", sogna di diventare una produttrice a Hollywood per essere il capo del marito Justin Timberlake

In una intervista rilasciata a “People TvJessica Biel ha rivelato che le piacerebbe tanto essere il capo di suo marito Justin Timberlake, “come già faccio a casa dove sono io ad amministrare un po’ tutto il nostro caos domestico”.
L’attrice è è la protagonista del nuovo thriller firmato Facebook Watch, “Limetown”, in cui interpreta Lia Haddock, una donna che cerca di scoprire cosa si nasconde dietro la scomparsa di un'intera città.
Non capisco perché continuo ad accettare ruoli così duri psicologicamente, ma forse semplicemente adoro i personaggi pieni di pathos, traumatizzati, disfunzionali e con storie familiari difficili alle spalle”, ha detto la Biel, spiegando quanto le piaccia “esplorare gli aspetti più oscuri dell'animo umano, capire perché le persone compiono certe azioni e soprattutto vedere come poi reagiscono ad esse”.
Ma nella vita di tutti i giorni Jessica Biel preferisce un approccio alla vita più leggero e ottimista. “Adoro ridere e divertirmi, soprattutto con mio marito Justin. Per questo sono convinta che funzioneremmo bene anche come coppia sul lavoro, a patto però che io sia a capo del progetto”, ha detto l’attrice rivelando che le piacerebbe “fargli da produttrice per un bel film, sarebbe divertente essere il suo capo”.
I due si sono conosciuti nel 2007 per poi sposarsi in Italia, e precisamente in Puglia nel 2012, e da quattro anni sono i genitori del loro unico figlio, Silas Randall.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?