«L'Argonauta» non naviga più su Radio Uno

Sotto la mannaia del neo direttore di Radio Rai Uno, Flavio Muccinate, è incappato anche un gioiellino culturale, L'Argonauta, lo spazio dedicato alla cultura popolare, più vicina al pensiero di centro-destra, dai libri ai fumetti alla fantascienza, che andava in onda da ben 12 anni alla domenica sera sul primo canale della radio pubblica. La trasmissione, ideata da Gianfranco de Turris e condotta da Paolo Corsini, è andata in onda per l'ultima volta ieri sera. Ma i responsabili, delusi per l'inaspettata decisione, sperano che venga «recuperata» in altri spazi, vista anche la brevità (dieci minuti) della medesima. Gli altri programmi che Mucciante ha deciso di chiudere hanno anche conduttori noti e spazi ben più ampi: Lorella Cuccarini in primis, chiuso il suo Citofonare Cuccarini. E poi Il Comunicattivo di Igor Righetti, Doppio femminile con Jo Squillo, Con Parole mie condotto da Umberto Broccoli, L'Italia che va con Daniel Della Seta e Fanny Cadeo. Insomma, sono stati tagliati programmi cari a esponenti apprezzati negli ambienti di centro-destra.

Commenti

acquacontrocorrente

Dom, 26/10/2014 - 09:53

A parte le ragioni politiche (tutto è avvenuto dopo l'insediamento di Renzi), Mucciante sembra incarnare la cultura che interessa agl'Italiani, quella delle canzonette e degli show, dei Vecchioni e dei Benigni... La crisi del nostro Paese è generale e davvero grave, e non vorrei che fosse pure irreversibile.