La lettera della fidanzata di Jim Carrey: "Mi hai fatto finire nella cocaina"

La morte della fidanzata di Jim Carrey si tinge sempre più di giallo. Infatti la scoperta di una lettera sul pc della ragazza riapre il caso

La morte della fidanzata di Jim Carrey si tinge sempre più di giallo. Infatti la scoperta di una lettera sul pc della ragazza di fatto cambia la prospettiva su quel decesso per overdose da farmaci. E adesso il Daily Mail pubblica una lettera scritta da Cathriona White due anni prima della sua morte. Un messaggio che apre nuovi interrogativi sul rapporto tra l'attore e la sua compagna: "Mi hai fatto finire in un mondo di cocaina, prostituzione, malessere, abusi - si legge in un passaggio - hai fatto anche tante cose belle per me, e di quelle te ne sono grata. Ma da quando sono con te ho smesso di essere la persona che ero, Jim. Pensavo di aver conosciuto il dottor Jekyll, invece mi sono ritrovata con mister Hyde". L'attore ha sempre però respinto ogni accusa: "Ha deciso di togliersi la vita perché si sentiva colpevole di avergli estorto denaro due anni prima e che era sconvolta per un messaggio che sua madre le aveva mandato due settimane prima di morire". Ma la lettera della ragazza prosegue: "Mi hai buttato via dopo aver preso quello che ti serviva". "Non hai pensato allo stigma in cui devo vivere per il resto della mia vita, non ti sei scusato né hai chiesto che cosa potessi fare. Mi hai attaccato il tuo HSV e HPV, ora voglio le tue scusa. Voglio che tu capisca che per quanto ti sembri una piccola cosa, rovina la vita di una ragazza".

Commenti

Anonimo (non verificato)

Silvio B Parodi

Sab, 30/09/2017 - 23:39

questi sono quelli di Hollywood depravati vigliacchi cocainomani e votanti per il partito democratico della Hilary.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 01/10/2017 - 09:05

Mi sovviene l'anatema delle massime autorità dell'Iran islamico: l'America il demonio del mondo. Forse che le droghe diffuse, il vivere in funzione del denaro e il rifiuto del rispetto verso la persona sono i peccati mortali accusati dai predetti e pertanto portano alla perdizione una nazione sedicente il faro dell'Umanità. La menzogna si può paragonare ad una zattera addobbata come il Titanic che piano piano si impregna fino a che affonda.