L'ex calciatore Fabio Macellari: "Ho fatto la bella vita esagerando"

Fabio Macellari, ex calciatore di Lecce, Bologna, Cagliari e Inter, racconta a Live! Non è la d'Urso come si è ridotto sul lastrico spendendo tutti i guadagni della carriera sportiva

Calciatore di Serie A tra i più quotati tra il 1990 e il 2000, Fabio Macellari oggi fa il panettiere e, ospite di Live! Non è la d’Urso, ha raccontato come ha dilapidato tutti i soldi guadagnati giocando a pallone.

Come molti altri volti noti del mondo dello spettacolo e dello sport, Macellari ha spiegato di non essere riuscito a conservare nulla di ciò che ha guadagnato nel corso della carriera di difensore perché caduto nel vortice della droga. Nonostante abbia militato in squadre come Bologna, Lecce, Cagliari e Inter, l’ex calciatore oggi fa il panettiere e il falegname per riuscire a mettere da parte un po’ di denaro. “Quando sei giovane, non ti rendi conto della fortuna che hai perché guadagni soltanto – ha iniziato a raccontare Fabio Macellari a Barbara d’Urso - . La bella vita che vedo fare ai ragazzi e alle ragazze (riferendosi agli influencer, ndr), è quella che ho fatto io esagerando”.

L’ex calciatore, dunque, ha ricordato quali sono stati gli atteggiamenti che, perpetrati nel tempo, lo hanno ridotto sul lastrico. “Offrivo sempre in discoteca...Poi, io sono un cuore buono, ero solitamente quello che offriva sempre...Tutto questo ti porta a mantenere un livello di vita che, quando smetti di giocare o scendi di categoria, i soldi poi finiscono – ha spiegato ancora Macellari - .Ho fatto anche degli scivoloni in passato, ho fatto uso di droga”. Com’è noto, infatti, l’ex sportivo ha fatto uso di sostanze stupefacenti proprio nel periodo in cui giocava a pallone. In una intervista, ammise: “Uscivo con gli amici, facevo nottata, rientravo al mattino arrivando tardi agli allenamenti. Passare alla droga è stato un attimo [...]Mi sono divertito a tal punto che servirebbero quattro vite a una persona normale per spassarsela come ho fatto io in quegli anni. Ma mi è costato carissimo. In un attimo ho buttato via tutto. Soldi e carriera. Certi atteggiamenti, potessi tornare indietro, li cambierei di corsa”.

E, rifacendosi proprio alle sue vecchie dichiarazioni, nel salotto serale di Live! Fabio Macellari ha ribadito che la droga porta proprio a questa fine. “La droga porta a questo e, se non sbatti la testa mille volte, non capisci che o devi ricominciare da zero, dagli affetti e dalla famiglia, che ho avuto la fortuna di avere dietro, o ricominci a lavorare e hai voglia di farlo, o muori e fai prima”, ha concluso l’ospite della d’Urso. Ad oggi, infatti, Fabio Macellari ha deciso di ricominciare proprio dalle sue origini: si è trasferito a Bobbio, suo paesino natale, e qui si dedica al lavoro facendo il panettiere e il taglialegna.

Commenti

Elizabet

Mar, 10/12/2019 - 21:17

I soldi, in mano a chi non è capace di gestirli, possono fare danni enormi. Quest'uomo ne è l'esempio e non è l'unico.