Il «Lovecraft» cambia nome: era un grande ma razzista

Luca GallesiI mmaginate che la benemerita Società Dante Alighieri, ente morale preposto a tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiana nel mondo, decida repentinamente di cambiare nome, perché le idee reazionarie e monarchiche del sommo Poeta cozzano con il buonismo imperante nella società occidentale Bene, si parva licet, è esattamente quello che è successo la scorsa settimana, quando, alla World Fantasy Convention, l'appuntamento più importante per i fan della letteratura fantastica e horror, hanno annunciato che, dal prossimo anno, il premio assegnato alla migliore opera di narrativa fantasy non sarà più intitolato a Howard Phillips Lovecraft, a causa delle sue «opinioni ripugnanti» e del suo «razzismo manifesto». L'assurda decisione, che tale è suonata a tutti gli appassionati non ottenebrati dal pregiudizio, non è giunta del tutto inaspettata, poiché l'anno precedente era stata lanciata da un certo Daniel Older una raccolta di firme contro il creatore Lovecraft, definito «un importante autore del genere fantasy ma anche un razzista dichiarato». L'Older, che ha potuto contare sull'appoggio di 2500 guerrieri da tastiera, pronti a scendere in guerra virtuale contro ogni violazione del politicamente corretto, si è attaccato ad argomenti vetusti come il suo nome - che tradotto significa «più vecchio» - affermando che il genere Fantasy, «abbracciando appassionati di tutte le razze, non può apprezzare un autore che usò la letteratura come un'arma contro intere razze» ; finalmente, ha concluso, «oggi la fantasy è un genere letterario più forte, più inclusivo e sicuramente migliore». Ora, affermare, con sommo sprezzo del ridicolo, che uno dei più importanti e prolifici autori del genere soprannaturale, che ha ispirato centinaia di autori, appassionato milioni di lettori e generato un vero e proprio universo parallelo autonomo, popolato da narrativa, fumetti, videogiochi, serie tv, film e persino applicazioni da smartphone, debba essere rimosso per le sue presunte o financo dimostrate - idee non progressiste testimonia il livello di totale decerebrazione raggiunto dal conformismo di sinistra. La nuova destra americana non si è lasciata sfuggire l'opportunità di inserirsi nella polemica, e ha immediatamente raccolto l'eredità di HPL istituendo un Premio Lovecraft Controcorrente per la Letteratura (http://www.counter-currents.com/).