L'ultima impresa di Justin Bieber: uova contro la villa dei vicini e cocaina in casa

Trovati stupefacenti in casa della popstar: arrestato il suo migliore amico

Ennesima bravata per Justin Bieber, che questa volta l'ha fatta davvero grossa. Il 9 gennaio scorso la polizia ha trovato della cocaina nella sua villa di Calabasas, California. Gli agenti sono intervenuti dopo essere stati chiamati dai vicini, la cui casa è stata colpita da decine di uova lanciate da Bieber ed alcuni amici. I vicini hanno lamentato un danno da oltre 20.000 dollari, richiedendo l'intervento della polizia. Durante la perquisizione poliziotti hanno anche arrestato il migliore amico e coetaneo della popstar canadese, il rapper Lil Za, con l'accusa di detenzione di droga. Secondo quanto riporta il quotidiano Los Angeles Times, inizialmente anche lo stesso Bieber sarebbe stato arrestato insieme ad altre sette persone, poi tutte rilasciate. Da quello che ha dichiarato lo sceriffo della polizia di Los Angeles Dave Thompson, tutti i fermati si sono mostrati disponibili a collaborare, anche se Bieber non ha rilasciato alcuna dichiarazione.
Non è la prima volta che il cantante ha avuto screzi con il vicinato, dove già in occasione della festa per i 19 anni della popstar si erano lamentati per gli schiamazzi notturni. A sentire le voci degli abitanti del quartiere, Bieber sarebbe un vicino scomodo anche quando si mette al volante: lo accusano infatti di essere un po' troppo spericolato alla guida.