A Maastricht in vendita i capolavori del Barocco

Il grande collezionismo mondiale e i direttori dei musei si danno appuntamento nella cittadina olandese che ospita il Tefaf, la fiera d'arte dedicata ai capolavori e agli old master

Anche quest'anno il grande collezionismo mondiale e i direttori dei musei si danno appuntamento a Maastricht, la cittadina olandese che ospita il Tefaf, la fiera d'arte dedicata ai capolavori e agli old master. Negli stand delle 275 gallerie provenienti da tutto il mondo sono esposte rarità e opere museali tra dipinti, sculture, arredi antichi, gioielli e design d'autore.

Tra queste, riflettori accesi su un orologio seicentesco di Bulgari, capolavoro di lavorazione dell'avorio del Barocco tedesco, perfetto esempio del cosiddetto Gesamtkunstwerk, ovvero «opera d'arte totale», dato che si tratta di una collaborazione tra un intagliatore di avorio, un orologiaio e diversi orafi.

L'opera ha una provenienza straordinaria, per essere stata acquistata all'inizio degli anni Sessanta da Constantino Bulgari (1889 1973), figlio di Sortirio Bulgari, fondatore dell'omonimo marchio di gioielleria e argenteria. Precedentemente, nel XVIII e XIX secolo, l'orologio era appartenuto alla famiglia Rothschild. Il rarissimo orologio, che fu acquistato anche alla famiglia reale borbonica, è in vendita nello stand della galleria parigina Kugel a «diversi milioni di euro».

Tra i primi grandi colpi della fiera, che chiude domenica prossima ma ha già fatto riscontrare 12mila presenze, emerge quello della galleria Tomasso Brothers Fine Art di Londra che ha venduto a un privato un imponente olio su tela di Giovanni Battista Cipriani (1727-1785) raffigurante Castore e Polluce, il cui prezzo richiesto si aggirava intorno ai 425mila euro. Molte le vendite registrate alle istituzioni pubbliche. Il museo olandese Singer Laren ha acquistato Takken met appels, 1952-1953, di Charley Toorop (1891-1955), una delle migliori opere dell'artista olandese, mentre un modello in cera di una fontana del Palazzo Pitti del 1556, firmata di Bartolomeo Ammannati è stato aggiudicato dal Rijksmuseum di Amsterdam. Anche quest'anno al Tefaf, il posto d'onore è riservato ai grandi maestri della pittura antica e moderna. Nello stand della galleria Green di Londra una coppia di ritratti del pittore seicentesco italiano Giovan Battista Salvi detto il «Sassoferrato» viene offerta a 1.150mila euro, mentre un ritratto di Amedeo Modigliani del 1915 appartenuto al Moma di New York viene esposto dalla galleria Landau di Montreal a 30 milioni di dollari.