"Una mamma per amica": Netflix ordina quattro nuovi episodi

Netflix proporrà una miniserie in quattro episodi di "Una mamma per amica", una delle serie teen più famose al mondo: il cast avrebbe già firmato

A giudicare dalla reazione sui social network, il tasso di soddisfazione è altissimo. La notizia è che Netflix avrebbe ordinato una miniserie che segni il ritorno di "Una mamma per amica", uno dei telefilm adolescenziali più famosi al mondo. Il servizio di streaming online avrebbe richiesto quattro episodi da novanta minuti ciascuno, praticamente quattro film, che possano andare a chiudere il cerchio attorno alle vicende di mamma Lorelai e sua figlia Rory Gilmore, le "Gilmore Girls", che è il titolo della versione statunitense della serie. Non è ancora chiaro se tutto il cast originario sarà presente in questi quattro nuovi episodi targati Netflix: di sicuro purtroppo non ci sarà Edward Herrmann, che interpretava nonno Richard, scomparso lo scorso anno. Ma i fan della serie - trasmessa in Italia dalle reti Mediaset - esultano anche per la notizia che insieme alle due attrici protagoniste, mamma Lauren Graham e figlia Alexis Bledel, avrebbe accolto l'idea del ritorno anche Amy Sherman-Palladino, la creatrice della serie nonché sceneggiatrice di questo telefilm che sempre ha avuto tra i suoi punti forti proprio i dialoghi fitti e serrati soprattutto tra mamma e figlia.

La notizia è arrivata all'improvviso nella tarda serata italiana di lunedì: immediatamente su Twitter si sono registrate decine di migliaia di cinguettii di gente entusiasta per questa news. Una news che arriva a sorpresa nonostante il cast abbia vissuto una reunion giusto poche settimane fa, durante la quale l'attore che interpretava Luke, Scott Patterson, aveva fatto in qualche modo intendere che qualcosa stesse bollendo in pentola. Ma a questo punto i fan della serie si chiedono cosa ci sarà in questa attesissima miniserie: le sette stagioni del telefilm si erano concluse nel 2006 con mamma Lorelai finalmente fidanzata insieme al barista Luke e con la figlia Rory in partenza per seguire, come reporter, la campagna elettorale di Barack Obama, realizzando quindi il suo sogno.