Marcello Vandelli: un premio che celebra la sua Sicilia

Emanuele Beluffi

Marcello Vandelli è l'artista scelto dalla nostra redazione come «Menzione Speciale Il Giornale OFF» del Primo Premio Internazionale Arte Palermo presso il Teatro Biondo nell'ambito delle manifestazioni di Palermo Capitale della Cultura 2018. L'artista, nato a Modena a San Felice sul Panaro nel 1958, esemplifica perfettamente il binomio arte/vita degli scrittori e degli artisti dell'età romantica dell'800, ma attualizzato: poco «maledettismo» e molta esperienza concreta. Vandelli è un artista ri-nato: una vita di avventure in giro per il mondo e il ritorno nella sua terra gli permettono di ri-conoscere il potenziale creativo della pittura. Dipinge, come Pollock, in un fienile, a contatto con la memoria della sua terra e con lo sguardo ai Maestri del passato. Privilegia il grande formato in un momento in cui si pensa che la priorità alle piccole dimensioni sia una strategia per contrastare la fallacia del mercat. «Nessuno si salva da solo» di Marcello Vandelli è una «soteriologia» laica, una dottrina della salvezza in chiave pop, dove il Cristo è stupendamente uno e trino nei colori primari della pittura rosso giallo e blu.