Masterchef 6, vince Valerio Braschi

Nella finale di Masterchef 6 si sono sfidati Valerio Braschi, Gloria Enrico e Cristina Nicolini. A giudicarli Carlo Cracco, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Bruno Barbieri

Si è conclusa con la vittoria di Valerio Braschi la finale della sesta edizione di Masterchef.

Ha 18 anni ed è il concorrente più giovane dell'edizione appena conclusa. Ha sempre dimostrato una grande fantasia, qualità che gli ha permesso di battere le altre due finaliste: Gloria Enrico e Cristina Nicolini. "Voglio partire dal basso e diventare un grande chef", ha detto prima della finale. Adesso potrà pubblicare il suo primo libro di ricette e ha vinto 100mila euro.

"Cucinate con felicità, come quando per la prima volta vi hanno fatto i complimenti per la vostra cucina", ha dichiarato Mr.Bastianich per introdurre la prima mistery box definita "magica". Dalla scatola sul palco accanto ai giudici si vedono i parenti e gli amici intimi dei tre concorrenti che augurano l'in bocca al lupo ai finalisti e indicano i loro "piatti del ricordo". Tanta commozione ed emozione.

Sotto la vera mistery i finalisti hanno poi trovato un piatto vuoto. I tre hanno dovuto ideare così una ricetta nuova che raccontasse il loro passato e il presente. Come di consueto i giuduici, passando tra i banconi della cucina, hanno dato consigli ai concorrenti tra risate, attimi di tensione e gag divertenti.

Con il "risotto ai gamberi 2.0" Valerio, il piccolo Cannavacciuolo, così come è stato soprannominato dal fratello durante la clip, si è aggiudicato la prova e ha avuto diritto al suo vantaggio per l'invention test. Sotto la cloche dei piatti fatti con gli scarti di cibo che vengono presentati da tre chef che hanno dato diversi consigli a Valerio: Igles Corelli e Pietro Leemann e Matias Perdomo .

Il piatto scelto dal diciottenne è stato quello di Corelli, cioè i palloncini di riso croccante con emulsione di gamberi e maionese di scampi e gamberi. A Cristina è stato assegnato il Montblanc di ceci e pollo di Perdomo mentre a Gloria è toccato il "Viaggio nel tempo che è stato e che sarà" di Leemann. Ogni concorrente ha avuto diritto per qualche minuto a un consiglio da parte dei rispettivi chef.

Dopo gli assaggi dei quattro temibili ma ormai conosciuti giudici e dei creatori dei diversi piatti presentati è stato deciso che tutti e tre i concorrenti, per la prima volta nella storia di Masterchef Italia, dovessero disputare la finalissima. Nessun piatto di quelli presentati ha meritato infatti la sconfitta.

Ogni aspirante chef ha presentato così, a questo punto, il proprio menù degustazione. In balconata ad assistere allo spettacolo i concorrenti eliminati dell'edizione e i familiari dei finalisti. "Dovete raccontarci una storia, un percorso, un cambiamento, un'evoluzione", ha detto Cracco. Gloria ha presentato "Pazzamente ligure" composto da ingredienti che hanno segnato l'infanzia della 25enne, piatti storici in cui ha introdotto nuove tecniche. Cristina ha cucinato invece il menù "L'eleganza della semplicità", un viaggio nei sapori del mare e della stessa ragazza. Valerio ha chiamato invece il suo menù "Valerio 18.0", entrato nel programma da da 18enne e cresciuto in questi ultimi mesi.

I finalisti hanno avuto due ore e mezza per preparare l'intero menù ma solo dopo un'ora di lavoro hanno potuto iniziare a presentare i primi piatti ai giudici seduti al "ristorante". Valerio ha presentato ai giudici il suo primo lavoro, "il mare", molto gradito dai quattro per l'equilibrio trovato. "Cima alla genovese moderna" è invece il piatto di Gloria ma non ha convinto del tutto i giudici. Infine è il turno di cristina con "Rosa bianca", un'idea molto apprezzata.

Si va avanti con le portate: Valerio ha portato una tartare di wagyn con polpa di riccio di mare, farro croccante e aria di shiso; Gloria ha presentato i pansotti con il sugo di noci, senza sale per Bastianich e Cristina i suoi delicati strozzapreti.

I finalisti, un po' in ritardo, sono andati avanti a servire i loro piatti: primo, secondo e dolce. A causa di una spina trovata nel risotto di Gloria, Bruno Barbieri ha rimediato una ferita alla lingua. Anche per questa ragione Cristina e Valerio sono sembrati subito in vantaggio rispetto all'altra avversaria.

Come dolce Cristina ha presentato dei mini ghiaccioli al mango e passion fruit e come ultima portata negli ultimissimi secondi il suo "cremoso al lampone", Gloria il pandolce genovese in chiave morbida e Valerio il semifreddo di Lorenzo, dedicato a suo fratello che lo ha incitato in balconata. Il dolce di Gloria è sembrato in vantaggio rispetto agli altri.

"Siete riusciti egregiamente a fare il vostro lavoro", ha detto subito dopo Cracco seguito da Barbieri che ha sottolineato l'orgoglio che i quattro hanno provato nei loro confronti. Dopo le consultazioni finali, le ultime per Carlo Cracco che ha deciso di lasciare il programma, è stato proclamato il vincitore della sesta edizione di Masterchef. E così tra gli applausi e le lacrime di emozione il giovane Valerio si è aggiudicato l'ambito titolo.