MasterChef Israele, vince italiano: "Porto l'Abruzzo nel mondo"

Massimiliano di Matteo, trentanovenne di Pescara, è il vincitore della nona edizione di MasterChef Israele: "Porto il mio Abruzzo nel mondo"

In Italia il suo nome non dice nulla, ma in Israele è una star: Massimiliano di Matteo, trentanovenne di Pescara, ha appena vinto la locale edizione di MasterChef. Lo chef abruzzese ha sconfitto due colleghe donne, Lama Shehadeh e Rachel Ben Elul. Massimiliano ha così vinto, come accade in Italia, la possibilità di pubblicare il proprio libro di ricette. In un'intervista di qualche tempo fa a una testata locale abruzzese, all'inizio della sua esperienza televisiva, l'astro nascente della cucina israeliana raccontava la sua storia: «Mi iscrissi alla facoltà di Architettura a Pescara, allo stesso tempo lavoravo come cameriere per pagarmi le spese. Ero ormai al quarto anno fuori corso, così decisi di partire per gli Stati Uniti, più precisamente Miami, dove lavorai in un locale come aiutante. Poi mi sono trasferito a Città del Messico per quattro mesi, quindi tornai in Italia. Presto però ripartii per New York, dove ho vissuto per diciassette bellissimi anni». Qui ha conosciuto quella che ora è sua moglie e la mamma dei suoi tre bambini: essendo lei israeliana, si sono trasferiti a Tel Aviv. «Qui nessuno conosce l'Abruzzo - raccontava Massimiliano prima dell'esperienza a MasterChef - e nessuno conosce me. Così ho pensato di partecipare a questa trasmissione, ho la possibilità di parlare dell'Abruzzo, del nostro cibo e delle nostre tradizioni, ma allo stesso tempo di farmi conoscere».

Adesso che ha conquistato il titolo di vincitore di MasterChef, che in Israele è giunto alla nona edizione, Massimiliano nel paese medio-orientale è una vera celebrità: il programma è infatti tra i più seguiti della televisione israeliana. Durante tutta l'edizione ha raccontato la sua storia, le bellezze della sua terra natale e della sua famiglia. Ora, a Pescara, lo attendono per festeggiarlo come merita: da trionfatore di MasterChef Israele, ma soprattutto da perfetto ambasciatore dell'Abruzzo nel mondo.