Matt Damon: "Tornare nei panni di Jason Bourne è stato brutale"

L'attore Matt Damon ha rivelato alla BBC tutte le difficoltà estenuanti dovute al suo ritorno nei panni dell'ex agente segreto Jason Bourne, dalla dieta alle ore passate in palestra. Il quinto film della saga Bourne uscirà in Italia nel settembre del 2016

Tornare a vestire panni vecchi di quasi dieci anni non è mai una cosa semplice, anche per un ex agente segreto. O, come in questo caso, per un attore di decennale esperienza.

Ad ammetterlo, infatti, è Matt Damon, già premio Oscar e protagonista di innumerevoli pellicole di grande successo. Intervistato recentemente dalla BBC, l'attore statunitense ha raccontato quindi tutte le difficoltà – soprattutto fisiche – che ha affrontato per tornare ad interpretare l'ex agente segreto Jason Bourne.

Quando girammo il primo capitolo della saga avevo 29 anni, ma già allora pensai che fosse davvero un duro lavoro mettersi nella giusta forma fisica”, ha spiegato Damon. “Ora che ne ho 45, posso ammettere che è stato davvero brutale. Nel giorno del mio quarantacinquesimo compleanno abbiamo girato una scena di combattimento a mani nude. E non nascondo che c'è voluto un sacco di lavoro per essere in forma perfetta”, ha aggiunto.

Un duro ed estenuante lavoro, ha raccontato l'attore, che è passato anche attraverso una dieta rigorosa e lunghissime sessioni di allenamento in palestra.

A ogni modo, tutto è andato per il meglio, e il prossimo settembre uscirà in Italia “Jason Bourne”, quinto capitolo della saga dedicata all'ex agente segreto. Una pellicola molto attesa dai fan della serie cinematografica, galvanizzati dal ritorno di Matt Damon e del regista Paul Greengrass, già dietro la macchina da presa per il secondo e il terzo capitolo.