"Mia figlia suicida per colpa sua": Jim Carrey denunciato

La mamma di Cathriona White denuncia l'attore per negligenza: sarebbe stato lui a dare alla figlia i farmaci con cui si è suicidata

Jim Carrey è stato denunciato per negligenza dalla madre di Cathriona White, l'ex partner dell'attore morta suicida a 30 anni nel settembre 2015 per overdose di farmaci.

Secondo Tmz.com, la donna, Brigid Sweetman, ha infatti presentato a Los Angeles una denuncia contro l'attore canadese che si aggiunge alla causa intentata poche settimane fa da quello che era il marito della giovane, Mark Burton. L'avvocato di Jim Carrey, Martin D. Singer, ha respinto le accuse in un comunicato riportato dalla rivista People: "È comprensibile che una madre che ha perso la figlia cerchi qualcuno da incolpare. Dirigendo il suo dolore e l'odio su Jim Carrey e unendosi al tentativo ridicolo di questo avvocato di speculare sul suicidio di Cathriona, la signora Sweetman percorre lo stesso percorso buio di Mark Burton", ha dichiarato il legale.

L'accusa sostiene che Carrey abbia acquistato le sostanze sotto falso nome per poi darle a White, pur sapendo che la donna era incline alla depressione e aveva già tentato il suicidio. E che inoltre l'attore abbia contagiato la donna con tre malattie sessualmente trasmissibili (clamidia e herpes di tipo I e di tipo II), ma che l'abbia minacciata perché non lo rivelasse. "Jim Carrey dovrebbe vergognarsi per quello che ha fatto a mia figlia", dice ora la Sweetman, "Mi sentirei imbarazzata per come ha usato i suoi avvocati di Hollywood per diffamare il marito di Cat, Mark, sperando che nessuno lo accusasse per ciò che ha fatto. Vogliamo che il mondo sappia chi sia realmente Jim Carrey".