Michael Jackson ricoperto di bambole sul letto di morte

Un nuovo documentario su Michael Jackson rivela i dettagli presenti sul suo suo letto di morte: ecco cosa teneva l'artista nella sua stanza

Un nuovo documentario su Michael Jackson svelerà gli ultimi momenti di vita del re del pop e ciò che trovarono i soccorritori nella sua camera da letto.

Il documentario, come riporta il Sun, si intitola “Killing Michael Jackson” e andrà in onda domani nel Regno Unito, a pochi giorni dal decimo anniversario della morte di Jacko, avvenuta il 25 giugno del 2009. A parlare saranno i tre detective losangelini Orlando Martinez, Dan Myers e Scott Smith, che hanno risposto ai soccorsi.

Gli investigatori, entrando nel Neverland Ranch - dimora della popstar - si sono ritrovati di fronte uno scenario davvero insolito, in particolare in camera da letto di Jackson. La stanza era infatti piena di medicinali e di altri articoli sanitari - nel film si vede anche il dettaglio della borsa del suo medico personale - ma anche una bambola molto realistica, una bacheca con foto di ragazzini e dei bizzarri post-it. Sui biglietti venivano infatti annotate delle frasi: i detective hanno affermato che molte di queste sembravano poesie, forse appunti o stralci di canzoni in via di composizione. In tal senso, quei post-it potrebbero rivelare una sorta di testamento artistico e risulterebbero preziosissimi per i fan del cantante.

La morte di Michael Jackson ha provocato uno choc profondissimo in milioni di persone in tutto il mondo. Il suo medico, Conrad Murray, è stato condannato a due anni - già scontati - per omicidio colposo. Il dottore aveva trovato l’artista sul suo letto che già non respirava più e con il polso debolissimo, decidendo poi di iniettargli un medicinale, che però non ha avuto l'effetto sperato. Jackson è morto per intossicazione acuta da propofol e benzodiazepine.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?