Michelle Hunziker: "È stata dura entrare nella famiglia Trussardi"

La showgirl e il matrimonio con Tomaso: "È stata dura entrare nella famiglia Trussardi". Persino la bella Michelle si sentiva inadeguata in casa del suo nuovo compagno...

"Com’è stato entrare nella famiglia Trussardi? All’inizio è stata dura per loro e per me”. Ebbene sì, a parlare è proprio Michelle Hunziker. Anche per la scoppiettante conduttrice l’incontro con i “suoceri” non è stato così semplice.

Attualmente il matrimonio con Tomaso Trussardi, procede a gonfie vele, nonostante le malelingue, e la coppia ha costruito negli anni una bellissima famiglia allargata con le loro figlie Sole e Celeste e Aurora, nata dal precedente matrimonio di Michelle Hunziker con Eros Ramazzotti. Ma in un’intervista rilasciata alla rivista “Chi in occasione della partenza di "All Togheter Now", il nuovo programma di Canale 5, la conduttrice ne ha approfittato per fare qualche rivelazione.

I Trussardi sono una famiglia storica, discreta, molto chic – ha raccontato Michelle -. Io mi sentivo un pesce fuor d'acqua. Ho delle brave stylist e a quarant'anni mi so anche un po' vestire, ma sono anche un po' truzza, parecchio truzza. Chi mi conosce sa bene che, se non mi controlli, io vado in giro con i camperos”.

Indimenticabile è per lei il ricordo del suo primo Natale in casa del marito: “Non sapevo neanche dove mettermi, non ho quel retaggio lì. E poi io mi portavo dietro anche tutto il gossip”. Proprio il pettegolezzo è una bestia nera per la showgirl svizzera, che lo vedeva come una possibile causa di rottura nel suo rapporto con Tomaso Trussardi. Ma l’amore è stato più forte di tutto, anche quando nell’ormai lontano 2011 la coppia rese nota la relazione.

Tomaso è l'unico uomo che, nel momento in cui dalla segretezza siamo usciti allo scoperto, l'ha vissuta benissimo. Non si è mai incavolato, sempre gentile, rispettoso. Con i fotografi ha costruito un rapporto di reciproco rispetto - ha spiegato con orgoglio Michelle -. Io amavo lui e lui amava me”.

E per fortuna il sentimento non è affatto cambiato.