Miriana Trevisan: "Che bello essere milf, in tv sono tutti raccomandati"

L'ex showgirl si sfoga: "Potrei condurre in tv. Ma sono tutti raccomandati. Appena vidi Ambra Angiolini scappai via"

"E' bello essere milf. I poster di Non è la Rai? Tra affetto e coltellate: lavoro extra mai retribuito. Tutti sfruttavano la nostra immagine, ci costringevano a posare senza compenso”.
Così la showgirl Miriana Trevisan, ai microfoni di Ettore Petraroli e Rosario Verde nel programma "I Radioattivi" su Radio Club 91: “Sono una milf tranquilla. Vorrei un programma serio ed elegante e vado fiera delle mie rughe: ora la gente mi ascolta, grazie a Dio posso comunicare senza il velo della bellezza. Potrei condurre al posto di D'Urso e Panicucci. Ma sono tutti raccomandati. Appena vidi Ambra Angiolini scappai via. Io mai in camera con Salvini".

Lavorare oggi non è semplice: "Mi sono preparata in silenzio sono pronta per una conduzione più da protagonista. Ma sto scoprendo anch'io che purtroppo è vero sono tutti raccomandati. Ho sempre avuto una visione romantica dell'impegno, pensavo di non essere in grado di dover studiare, ma tutti mi dicono sei troppo seria. Ho pagato le verità che non ho voluto vedere". Sul rapporto con Ambra Angiolini: "quando entrò lei io andai via. Ho vissuto il fenomeno solo per tre mesi. Entrai nel programma grazie a Marina Cinta, la coreografa di Boncompagni che mi cercò per ben un anno. Volevo fare la ballerina professionista, danzare a Londra, ma mio padre mi disse inizia e poi vedrai. E sulla dichiarazione di Matteo Salvini che in camera aveva il poster della Trevisan si dice "inquietata. Mi fa brutto, ho scritto una lettera pubblica su questa cosa".