Morgan: "A X Factor Fedez riceveva istruzioni dagli autori su cosa dire"

Morgan accusa Fedez di aver sempre usato gli auricolari a X Factor e di aver nascosto un tablet dove gli autori gli davano indicazioni su cosa dire

Durante l’ottava edizione di X Factor, dietro il bancone dei giudici sedevano Morgan e Fedez insieme a Victoria Cabello e Mika. E, proprio dopo le ultime dichiarazioni dell’artista libanese sulle influenze che i giudici riceverebbero da parte degli autori, Marco Castoldi ha raccontato la sua verità confermando – in buona parte – quanto intuito dagli spettatori del talent show di Sky Uno.

Dentro le vostre orecchiette ci sono delle voci che vi parlano – diceva Mika durante la sua partecipazione straordinaria alla 13esima edizione di X Factor - . Buttateteli fuori questi pezzi di me..a, perché non servono a niente e seguite i vostri cuori". A sottolineare che quanto denunciato dal cantante libanese corrisponda a verità, ci ha pensato Morgan che, in una intervista a Libero, ha confermato quanto il giudizio degli autori condizioni i giudici dello show e lasciandosi andare, poi, ad accuse più pesanti nei confronti di Fedez.

Fedez non aveva solo gli auricolari: dentro a una finta Smemoranda, nascondeva un tablet dove riceveva le istruzioni degli autori su cosa dire – ha dichiarato Morgan, sferrando un altro attacco al collega di bancone - .D' altronde non mi sembra che sia famoso per il suo titolo di studio”. L’utilizzo degli auricolari, di cui Fedez avrebbe fatto ampiamente uso, però, pare non sia obbligatorio. Morgan, infatti, ha raccontato di non averli mai utilizzati. “Non avevo gli auricolari: non erano imposti – ha detto - . Potevi scegliere se usarli, come potevi scegliere se fare o meno X Factor”.

E, proprio riguardo una la sua ultima partecipazione al talent show di Sky Uno, Morgan ha raccontato di essere stato costretto a prendere parte al cast di giudici. “Avevano detto che se avessi accettato di tornare in giuria mi avrebbero pagato 1 milione di euro – ha svelato, sostenendo di non aver mai ricevuto il compenso pattuito - .Peccato che non me l' hanno dato, sostenendo che una volta ero arrivato in ritardo, un' altra avevo detto o fatto qualcosa: praticamente non mi hanno pagato perché mi sono comportato da Morgan. Siamo in causa, comunque”.