Morta a Los Angeles la sorellastra di Julia Roberts: sospetta overdose

Nancy Motes è stata ritrovata senza vita in casa di un amico a Los Angeles: un biglietto di addio e diversi farmaci ritrovati in casa lasciano pensare a un suicidio per overdose

L'attrice Julia Roberts. La sua sorellastra è stata trovata morta

Dopo quella di Philip Seymour Hoffmann, il mondo del cinema americano è sconvolto da un'altra morte per overdose: questa volta la vittima è Nancy Motes, sorellastra di Julia Roberts. Morta a Los Angeles a 37 anni, la Motes era figlia della stessa madre della Roberts. Domenica pomeriggio è stata trovata morta a casa di un amico, esanime in una vasca da bagno: anche se l'autopsia non è ancora stata eseguita, la famiglia, "sconvolta e devastata" ha dichiarato che la morte di Nancy sarebbe dovuta a una "apparente overdose", anche se non c'è ancora una versione ufficiale.

In agosto, la Mottes aveva dichiarato in un'intervista al New York Daily News di essersi sottoposta a un intervento chirurgico di bypass gastrico per perdere peso. Secondo quanto riporta la Cbs, il portavoce del coroner della contea di Los Angeles, John Kades, ha riferito che in casa della Motes sono stati trovati diversi farmaci e un biglietto di addio. Julia Roberts non ha partecipato al pranzo di gala dei candidati agli Oscar per stare con la famiglia (è candidata all'Oscar come miglior attrice non protagonista per la sua parte in "I segreti di Osage County").

Commenti

ro.di.mento

Mar, 11/02/2014 - 15:59

bene liberalizzassero tutte le droghe così finiranno prima questi personaggi .... in cerca di autore !!! per loro nessuna pietà, neppure quella ..... umana.