È morto Cameron Boyce, la star Disney aveva solo 20 anni

Morire a soli 20 anni, stroncati nel sonno probabilmente da una crisi epilettica. Sembra essere questo il motivo del decesso della star Disney Cameron Boyce

È morto questa notte nel sonno Cameron Boyce, star di Disney Channel. Era molto amato dai giovanissimi, che hanno imparato a conoscerlo e apprezzarlo per il suo ruolo nel film per la tv “Descendents” ma soprattutto per lo show “Jessie”. Aveva solo 20 anni e non sono ancora chiare le cause della sua morte.

A darne la notizia è stata ABC News, che ha trovato poi la conferma dalla famiglia del giovane attore. “Siamo molto tristi in questo momento e chiediamo la dovuta privacy per affrontare la perdita del nostro prezioso figlio e fratello”, ha riferito un portavoce. Sono molte le ipotesi che circolano in queste ore sui motivi che hanno condotto Cameron Boyce alla morte, ma quella più accreditata rilanciata dalle agenzie di stampa americane è una crisi epilettica.

La stessa famiglia non ha ancora fatto una comunicazione ufficiale in merito ma ha semplicemente spiegato che la morte è sopraggiunta per “un attacco provocato da una patologia per la quale era in cura.” Nessuno era a conoscenza dei disturbi patologici che affliggevano la giovane stella Disney, che conduceva una vita normale, per quanto può esserla quella di un attore così impegnato. Cameron Boyce era un predestinato e la sua carriera nel mondo dello spettacolo è iniziata in giovanissima età.

Ad appena 7 anni ha debuttato come modello e pochi anni dopo ha fatto il suo esordio in televisione nella serie “General Hospital: Night Shift” dimostrando ottime capacità come attore. Viveva con i genitori, un cane e la sorella a Los Angeles, oggi sono milioni i fan che lo piangono e che lo ricordano con struggenti messaggi d'affetto sui social network, dove la notizia si è sparsa a macchia d'olio.